Orgoglio delle Marche, premio a Giampieri: «Nuovo Terminal Crociere grande opportunità per la regione»

Il riconoscimento al presidente dell'Autorità di Sistema Portuale è stato consegnato a Filottrano dallo stilista Luca Paolorossi, ideatore dell'evento. La banchina, che dovrebbe essere pronta entro tre anni, consentirà l'approdo allo scalo dorico di 350mila nuovi turisti all'anno

FILOTTRANO – «Grazie all’impegno di Rodolfo Giampieri dal porto di Ancona possiamo ottenere solo risorse». È con queste parole che lo stilista Luca Paolorossi ha motivato il riconoscimento “Orgoglio delle Marche” al presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale.

La premiazione si è tenuta sabato scorso (29 giugno) a Filottrano a Villa Gentiloni dove si è svolta la prima edizione di “Orgoglio delle Marche”, il premio ideato dal vulcanico stilista per conferire un riconoscimento ai personaggi “Made in Marche” che si sono distinti nel loro ambito di attività.

Rodolfo Giampieri è stato premiato per l’impegno con cui ha portato avanti la sua attività che ha reso grande il porto di Ancona, ha detto Paolorossi. Un premio che per il presidente dell’Autorità Portuale «è il riconoscimento che il porto di Ancona è il porto delle Marche».

Tra i progetti importanti ai quali sta lavorando il presidente dell’Autorità di sistema portuale per creare occupazione e movimentazione, quello del nuovo Terminal Crociere che consentirà ad Ancona e alle Marche di divenire «un punto importante per la croceristica italiana e internazionale» spiega Giampieri.

La nuova banchina, che sarà realizzata fuori dal porto storico, consentirà di far arrivare ad Ancona navi fino a 300 metri (attualmente possono attraccare solo fino a 270 metri). «In questo modo potenziamo ulteriormente la capacità di Ancona, e di conseguenza del territorio marchigiano, di essere meta importante per la croceristica italiana che oggi è in grande fermento e sta aumentando notevolmente i suoi numeri. La scommessa è quella di far tornare i croceristi da turisti sui nostri territori. Siamo convinti che anche questo è un mezzo per cui attraverso questa porta d’oriente, che è un porto internazionale, le Marche possano aprirsi sempre di più al mondo e al turismo».

Porto di Ancona

Il progetto è in fase avanzata, spiega Giampieri, e nell’arco di tre anni il terminal dovrebbe essere pronto: «Questo consentirà di avere 120-150 giorni l’anno una nave da crociera al porto e quindi sui 350mila nuovi turisti all’anno». Turisti che, come evidenzia il presidente dell’Autorità Portuale, possono essere veicolati anche negli altri territori delle Marche grazie alle escursioni. «Una grande opportunità per far conoscere il territorio, la scommessa è farli innamorare del territorio marchigiano». Giampieri spiega gli armatori leader a livello internazionale sono già molto interessati alle Marche per la loro bellezza.

Il porto di Ancona conta attualmente 1milione e 200mila passeggeri l’anno, 100mila i croceristi: «Questo premio fa capire che imprenditori evoluti e illuminati capiscono l’importanza del porto e le capacità che un porto internazionale può dare», conclude Giampieri.

GLI ALTRI PREMIATI DI “ORGOGLIO DELLE MARCHE”
Tra i premiati, oltre a Giampieri, la contessa Olimpia Leopardi nipote del celebre poeta Giacomo Leopardi, l’imprenditore di origine veneta Mauro Canil, proprietario della squadra di calcio Acotel di Matelica e l’imprenditore anconetano Claudio Ceresi inventore della robotica in Italia. Riconoscimento anche al ct della Nazionale di Calcio Roberto Mancini, l’artista Nazzareno Rocchetti e il duo satirico tolentinate del Doppiatore Marchigiano composto da Riccardo Lombardelli e Alberto Barabucci. 

I VENERDÌ GOURMET
Intanto il 19 luglio a Villa Gentiloni tornano i Venerdì Gourmet di Luca Paolorossi. Dalle 20 si cena con aperitivo al tramonto nella splendida cornice del giardino della storica dimoraA curare il menù sarà lo chef Marco Braconi, già titolare del ristorante Le Azalee di Numana e proprietario, insieme alla sorella Romina, del ristorante Braque di Sirolo.

Alla serata prenderà parte Radio Linea che curerà la parte musicale e i dibattiti sui temi di attualità legati alle Marche. Un appuntamento estivo irrinunciabile.