Benessere equo e sostenibile, un seminario ad Ancona

Domani, giovedì 21 marzo, alla Facoltà di Economia "G. Fuà" della Politecnica delle Marche un incontro con la professoressa Filomena Maggino, consigliere del Presidente del Consiglio dei Ministri e docente al Dipartimento di Scienze Statistiche alla Sapienza di Roma

La professoressa Filomena Maggino sarà ad Ancona ospite della Politecnica delle Marche

ANCONA – Domani, giovedì 21 marzo (alle ore 15) in sala del Consiglio, alla Facoltà di Economia “G. Fuà” dell’Università Politecnica delle Marche il seminario dal titolo “Bes al governo”. Ospite d’eccezione, la professoressa Filomena Maggino, Consigliere del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte sulle materie legate allo Sviluppo sostenibile.

Maggino è docente al Dipartimento di Scienze Statistiche dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. È Presidente e co-fondatrice dell’Associazione Italiana per gli studi sulla Qualità della Vita (AIQUAV) e membro dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS). Direttrice scientirica e co fondatrice del Cyber Security and International Relations Laboratory (CIRLab) è anche Direttrice scientifica e fondatrice del Laboratorio di statistiche per la ricerca sociale economica (StaRSE).
I temi dell’inclusione, del benessere dei cittadini e dei divari territoriali hanno assunto un ruolo di crescente rilevanza nel dibattito politico degli ultimi anni.

«Nel 2016 il Legislatore ha introdotto il Benessere Equo e Sostenibile (BES) nel ciclo di programmazione economica e finanziaria. Si tratta di un’innovazione in materia in cui le misure economiche vengono esaminate non solo in base ai loro impatti previsti sul Prodotto Interno Lordo, l’occupazione e i saldi di bilancio, ma anche in termini di effetti attesi sul benessere economico delle famiglie, sulla distribuzione del reddito, sull’inclusione sociale, sull’ambiente e sulle altre dimensioni del BES», spiegano in una nota i promotori.

La Relazione sugli indicatori di benessere equo e sostenibile 2019 deve essere trasmessa al Parlamento entro il 15 febbraio di ogni anno e integra la Legge di Bilancio.
Si tratta di un’analisi che deve essere sviluppata sui 12 indicatori di Benessere equo e sostenibile (Bes) che danno un resoconto puntuale della qualità delle politiche e delle misure introdotte dal Governo in relazione ai temi individuati da un Comitato scientifico.