Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona, festa del mare: sì al corteo di barche, no ai fuochi d’artificio

Il tradizionale appuntamento si svolgerà il 6 settembre al porto antico. Ci saranno solo la processione in mare, il lancio della corona e la benedizione

La processione in mare seguita dalle barche
La processione in mare seguita dalle barche

ANCONA – Sì al corteo delle barche in mare, no ai fuochi d’artificio e agli spettacoli. A causa delle restrizioni per il distanziamento sociale causa coronavirus, quest’anno subirà delle modifiche la festa del mare, il tradizionale appuntamento che richiama l’intera città e si svolge la prima domenica di settembre, quest’anno il 6 settembre.

«A causa delle restrizioni per il distanziamento sociale – spiega l’associazione Stella Maris che organizza l’evento – quest’anno non potrà essere la nostra festa, a cui tutti siamo abituati e affezionati. Per questa festa del mare abbiamo comunque voluto tenere vivi lo spirito e la simbologia che rappresentano questo evento importante per la nostra città. Si terrà solamente la processione in mare, con lancio della corona e benedizione, alle ore 18, presso le acque antistanti il porto commerciale. Vi aspettiamo».

Non ci saranno dunque lo spettacolo serale e i tradizionali fuochi d’artificio che ogni anno concludono la festa al porto antico. Una festa che lo scorso anno è durata addirittura due giorni, con spettacoli e tante novità, in occasione della celebrazione degli 800 anni dalla partenza di san Francesco dal porto di Ancona per la Terra Santa.