Ferragosto: reati in calo nella provincia, controlli in aumento

Verranno intensificate le attività di tutte le forze dell'ordine e di polizia: focus su furti, truffe, spaccio, abusivismo, viabilità. Nel mirino le spiagge, ma anche porto e aeroporto

L'estate a Senigallia: una distesa di ombrelloni sulla spiaggia di velluto con vista del Conero
La spiaggia di Senigallia d'estate

ANCONA – Calano i reati in provincia di Ancona e i furti in particolare, ma nonostante questi risultati incoraggianti, i controlli nel periodo di ferragosto verranno rafforzati un po’ ovunque. È questo in estrema sintesi il succo della riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è svolta oggi, 25 luglio, ad Ancona.

Incentrata sulle misure da intraprendere per il periodo estivo perché residenti e turisti possano godersi vacanze serene, l’assemblea era presieduta dal prefetto di Ancona Antonio D’Acunto e vi hanno preso parte i vertici delle Forze di Polizia, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, il presidente della Provincia, il Comandante provinciale dei vigili del fuoco, l’Assessore alla sicurezza del comune di Ancona, il presidente dell’Autorità portuale, i rappresentanti della Capitaneria di Porto, della società autostrade e del 10° reggimento Esercito.

Il calo dei reati in generale in provincia (-6,8 %) è stato registrato prendendo in considerazione il triennio 2016-2018. Guardando ai soli furti, il dato è ancora più incoraggiante: -15,1% nel biennio 2017-2018. Dati confermati dalle statistiche – ancora provvisorie – relative ai reati del primo semestre 2019, dove è stato calcolato un ulteriore calo del 15%.

Frutto di un’azione sinergica – ha precisato il prefetto D’Acunto – che si è avvalsa anche dei rinforzi disposti per l’estate 2019: 26 unità delle forze dell’ordine assegnati in varie aree che hanno permesso di intensificare i controlli del territorio e di contrasto quindi alla criminalità, soprattutto quella predatoria che solitamente aumenta di pari passo con l’incremento della popolazione nelle città balneari.

Altro fronte caldo è quello della lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti, sia nel capoluogo che sul litorale, così come particolare attenzione verrà dedicata alla prevenzione delle truffe agli anziani. Per quanto riguarda poi la spiaggia, oltre alla droga verrà tenuto sotto controllo anche il fenomeno dell’abusivismo commerciale e della contraffazione, che causa un duplice danno nell’economia reale. A tal proposito, il Comune di Sirolo è risultato destinatario di un contributo di 42mila euro per il progetto “spiagge sicure”.

Un focus poi sul porto di Ancona e sull’aeroporto di Falconara: lo scalo marittimo dorico – che ha già registrato un incremento del volume di attività (+8%) nel movimento passeggeri e veicoli, sarà oggetto di un’ulteriore intensificazione del traffico nei prossimi weekend di agosto: previsto l’afflusso di circa 187.000 passeggeri e 5.500 mezzi pesanti. Analogamente presso l’aeroporto “R. Sanzio” di Falconara, anch’esso alle prese con l’aumento dei passeggeri nel periodo in questione, saranno garantite le attività di polizia di frontiera.

La riunione del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica si è conclusa poi con uno sguardo alla viabilità: la polizia stradale ha previsto l’intensificazione dei servizi in autostrada e sulle principali arterie per contrastare in generale tutte le violazioni ma soprattutto la guida sotto l’effetto di alcol e stupefacenti. Argomento che vedrà numerosi controlli anche in prossimità dei locali da ballo, intrattenimento e della movida anconetana e della riviera.