Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Fermato per un controllo, fugge e strattona un carabiniere. Arrestato tunisino ad Ancona

Il fatto è accaduto in via Flaminia: un operaio 34enne ha opposto resistenza e ha fatto cadere a terra un carabiniere della Compagnia di Ancona, procurandogli lesioni gravi. Per il giovane, con precedenti per droga, sono scattate le manette

ANCONA – Fermato per un controllo su via Flaminia, prima fugge, poi strattona un carabiniere e gli procura lesioni gravi. È accaduto ieri su una delle vie principali di Ancona e i carabinieri hanno arrestato un operaio 34 enne di origini tunisine, con precedenti per droga, residente a Chiaravalle, per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.

Verso l’ora di pranzo di ieri i carabinieri della Sezione Operativa del Norm di Ancona hanno notato l’uomo attraversare i binari della vicina stazione e scavalcare le barriere di protezione che delimitano l’area ferroviaria. L’uomo, poi, ha attraversato velocemente via Flaminia per dirigersi verso un’area alberata retrostante la strada che di recente è stata attenzionata dai militari per il rinvenimento di alcune siringhe a terra. I controlli sono partiti anche grazie alle segnalazioni di un cittadino residente nella zona al quale non è sfuggito, nei giorni scorsi, il via vai di giovani che entravano e uscivano dall’area alberata.

Perciò i militari hanno deciso di controllare il 34enne che inizialmente è fuggito, zigzagando su via Flaminia e creando una situazione di pericolo per gli automobilisti che a quell’ora percorrevano la strada. Poi raggiunto da due carabinieri, ha opposto una violenta resistenza e prima di essere immobilizzato definitivamente ne ha strattonato uno, facendolo cadere a terra e procurandogli delle lesioni gravi. Per l’operaio tunisino sono scattate le manette e successivamente è stato messo a disposizione dell’A.G. per l’udienza di convalida.

Nelle ultime 24 ore, l’attività straordinaria di controllo del territorio dei Carabinieri della Compagnia di Ancona, attuata con un imponente dispositivo areale di prevenzione composto da 12 pattuglie, ha consentito di identificare 221 persone, controllare 187 veicoli, 3 esercizi pubblici con contestuale esecuzione di 2 perquisizioni personali e il sequestro di un’autovettura per mancanza della copertura assicurativa.