Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Falconara sostiene la candidatura di Ancona a “Capitale italiana della Cultura 2021”

L’assessore Marco Giacanella e la presidente Vincenza De Luca annunciano a breve una commissione Cultura per raccogliere idee sul progetto da proporre

Mole Vanvitelliana
Mole Vanvitelliana

FALCONARA MARITTIMA – Il Comune di Falconara sostiene la candidatura di Ancona come Capitale italiana della Cultura 2021 e l’assessore Marco Giacanella e la presidente Vincenza De Luca convocheranno a breve una commissione Cultura per raccogliere idee da maggioranza e opposizione sul progetto da proporre. Lo ha deciso la Giunta, che si è espressa ufficialmente con una lettera a firma del sindaco Stefania Signorini e dell’assessore alla Cultura Giacanella, inviata al sindaco di Ancona Valeria Mancinelli e all’assessore anconetano alla Cultura Paolo Marasca.

Sarà “l’Altro” il tema della candidatura di Ancona a Capitale italiana della Cultura 2021, come annunciato dall’assessore Marasca e dal sindaco Mancinelli, giovedì 6 febbraio nella Sala Boxe della Mole. L’assessore ha spiegato il meccanismo del bando e il tipo di coinvolgimento di associazioni sociali e culturali, imprese e cittadini che potranno proporre progetti volti ad utilizzare la cultura per migliorare la città e che saranno inseriti nel dossier da presentare al Mibact entro il 2 marzo 2020. In palio, un milione di euro di finanziamenti per realizzarli. Chi volesse partecipare può scaricare online la dispensa di lavoro che si trova sul sito del Comune di Ancona.

Marco Giacanella

«Per sostenere la candidatura di Ancona come Capitale italiana della Cultura, su richiesta degli amministratori anconetani – spiega l’assessore Giacanella – presenteremo anche un progetto di iniziativa culturale che la città dorica inserirà nel programma delle attività del 2021, come attività che unisca la stessa Ancona al territorio e viceversa e che sostanzi il concetto di rete più di quanto normalmente accada. Il progetto falconarese verrà preso in carico da un team che si metterà al lavoro a partire dal 2020 e fino alla fine del 2021 proprio per valorizzare gli aspetti del territorio e di tutte le città e i borghi che questo include. Intendiamo coinvolgere le associazioni e gli artisti del territorio per elaborare la nostra proposta, ma riteniamo importante chiedere un contributo di idee anche ai consiglieri».

«Ho accolto con vero piacere la notizia della candidatura di “Ancona Capitale italiana della Cultura 2021” – aggiunge Vincenza De Luca, presidente della commissione consiliare Cultura – e naturalmente esprimo pieno sostegno in merito. Il capoluogo dorico è sempre stato un punto di riferimento per le attività culturali, per la crescita e lo sviluppo  economico e turistico. Ancona è una città bellissima, possiede un patrimonio naturale straordinario, dotata di un fascino discreto è tutta da scoprire. Sono ben felice di accogliere l’invito degli amministratori anconetani, che avranno il totale appoggio di tutta l’amministrazione. A tal proposito, come presidente della commissione Cultura, inviterò tutti i membri ad agire in collaborazione, attraverso suggerimenti o idee che possano portare supporto al conferimento di questo nobile titolo».