Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Falconara, Signorini: «Risultato importante». Luchetti: «Puntiamo all’allenza con Calcina»

Le prime dichiarazioni sul voto e sull'affluenza dei due candidati sindaco che si sfideranno al ballottaggio il 24 giugno. Al primo turno l'attuale vicesindaco ha ottenuto il 35,24%, mentre il candidato del Pd il 24,31%

Stefania Signorini e Marco Luchetti, i due sfidanti al ballottaggio di Falconara Marittima
Stefania Signorini e Marco Luchetti, i due sfidanti al ballottaggio di Falconara Marittima

FALCONARA MARITTIMA – Sarà ballottaggio tra Stefania Signorini, attuale vicesindaco, sostenuta dalle liste civiche Uniti per Falconara, Falconara in Movimento, Ridisegnare Falconara e Direzione Domani, e Marco Luchetti, appoggiato dal Pd e dalle civiche Insieme X Falconara, Falconara Comunità, Nuovenergie X Falconara.

La Signorini ha ottenuto 4.221 preferenze, il 35,24%, ma serve il 50% + 1 per vincere al primo turno e dunque dovrà vedersela con Luchetti, subito dietro con 2.912 voti, il 24,31%. «Sono molto soddisfatta di questo risultato importante – dichiara la Signorini – e ringrazio gli elettori che mi hanno votata. Non mi aspettavo una percentuale così alta, è stata una bella sorpresa. Questo risultato premia tutto quello che abbiamo fatto in questi dieci anni, ma soprattutto, quello che abbiamo messo in cantiere per il futuro. Abbiamo tanti progetti concreti, dagli interventi negli impianti sportivi alle iniziative per i giovani, fino all’appoggio al commercio, ma la priorità rimane l’ambiente. Ancor prima dell’incidente dell’Api, avevo già espresso durante la presentazione della mia candidatura a sindaco, a febbraio, che per me sono importanti l’ambiente e la tutela della salute dei cittadini. L’avevo già detto in tempi non sospetti». Su possibili apparentamenti, al momento la Signorini non si sbilancia: «Vedremo, prima di decidere mi confronterò con le persone che hanno condiviso con me questo percorso».

«Ringrazio i cittadini falconaresi che mi hanno dato fiducia – commenta Luchetti – e che mi hanno consentito di andare al ballottaggio. Mi aspettavo qualche voto in più, ma l’obiettivo è stato raggiunto. Tutti i cittadini che desiderano la sostituzione dell’attuale Amministrazione, dovranno votare al ballottaggio. Noi faremo di tutto per fare le alleanze necessarie e raggiungere questo obiettivo, per cui parleremo con le altre liste che hanno partecipato alle elezioni. Apriremo un tavolo, cercando di portare avanti una buona attrattiva». L’alleanza più probabile è quella con Loris Calcina, sostenuto dalle liste civiche CiC/FBC e SiAmo Falconara, che ha ottenuto 2034 voti, il 16,98%. «Loris ha avuto un buon risultato – continua Luchetti – e le liste civiche che lo appoggiano saranno i nostri principali interlocutori. Se vorranno, noi siamo disponibili ad una saggia trattativa».

E non mancano i commenti sulla scarsa affluenza, rispetto alle precedenti amministrative. Solo 12.233 cittadini, su 21.241 aventi diritto, si sono recati ieri alle urne, equivalenti al 57,59% (64,33% nel 2013). «Quando le elezioni si fanno a giugno – dichiara la Signorini – si rischia una minore affluenza e così è stato. L’obiettivo è portare al voto i giovani. Mi auguro che al ballottaggio voti chi non ha votato al primo turno».

«Il 57% è una percentuale molto bassa – dichiara Luchetti – e, sinceramente, non mi aspettavo questo dato. È un segnale di disattenzione alle sorti della nostra città. Speriamo che al ballottaggio ci sia una maggiore affluenza perché in ballo c’è la guida di una comunità. La speranza è che il senso di responsabilità prevalga e richiami alle urne».