Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Falconara più verde, in città arrivano 70 alberi e siepi

Platani, pini, querce, aceri, pitosfori, tigli, lecci e oleandri prenderanno il posto di quelli soppressi perché secchi o danneggiati a causa di incidenti. Ecco tutte le opere

FALCONARA MARITTIMA- Viali alberati, aiuole, piazze e giardini al centro del progetto di riqualificazione degli spazi verdi della città. Un investimento di 25mila euro per la piantumazione di 70 nuove essenze, per sostituire alberi e piante abbattute negli ultimi vent’anni.

Platani, pini, querce, aceri, pitosfori, tigli, lecci e oleandri prenderanno il posto di quelli soppressi perché secchi o danneggiati a causa di incidenti. Le piantumazioni partiranno a novembre e sono previste da una delibera di Giunta approvata la settimana scorsa, basata su un progetto redatto a settembre. Il documento contiene la mappa di tutte le piantumazioni con specificate le essenze da mettere a dimora e l’investimento per ogni intervento.

Si parte da via Baluffi, dove sarà sostituito un platano abbattuto l’anno scorso. Anche in piazza Mazzini saranno piantati alberi e siepi in sostituzione di quelli abbattuti. Poco più a sud, in piazza Gramsci, davanti alle scuole Leopardi e Peter Pan, saranno piantati due tigli argentati e un pitosforo per sostituire due palme secche e una malata a causa del punteruolo rosso. Per piazza Europa è prevista la messa a dimora di una nuova quercia.

I viali alberati saranno invece ripristinati in via Repubblica (dove arriveranno sei piante di mirto crespo e verranno rifatte tre aiuole), in via Leopardi (altre sei piante di mirto crespo e cinque mirabolani, oltre al rifacimento di quattro aiuole e l’abbattimento di un albero secco), in via Marsala (saranno piantati una quercia e un oleandro, sarà abbattuto un albero secco e saranno rifatte quattro aiuole), in via Matteotti (saranno piantati quattro lecci e rifatta un’aiuola per circa mille euro).

Si interverrà anche in via Galliano (arriveranno sei lecci e saranno sistemate quattro aiuole), in via Cipriani (tre pini e tre aiuole), in via Saffi (sarà messo a dimora un pino) e in via Martiri della Resistenza (saranno piantati tre lecci, sei mirabolani e realizzate nove aiuole).

È infine previsto un intervento importante in via De Bosis, dove saranno messi a dimora nove lecci e sette alberi di mirto e dove saranno rifatte 15 aiuole.

«L’amministrazione comunale non si ferma qui – dice l’assessore alle Manutenzioni Romolo Cipolletti – perché stiamo progettando la piantumazione di aree verdi pubbliche in diverse zone del territorio comunale. Il prossimo progetto riguarda l’area tra il cimitero di Castelferretti e la Statale 76, dove è in corso la preparazione del terreno con la pulizia dalla vegetazione incolta».

«Stiamo già organizzando tante iniziative con le scuole – aggiunge l’assessore all’Ambiente Valentina Barchiesi – per festeggiare il 21 novembre la Festa dell’albero, come ogni anno, con nuove piantumazioni».