Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Il parco di via Sardegna come polo educatico per malati di Alzheimer

L'area si sviluppa su tre ettari nel cuore di Palombina Vecchia. L’assessora all’Ambiente del Comune di Falconara, Valentina Barchiesi: «Diventerebbe un punto di riferimento anche per i comuni limitrofi»

Il parco di via Sardegna a Palombina Vecchia di Falconara
Il parco di via Sardegna a Palombina Vecchia di Falconara

FALCONARA – Il Parco di via Sardegna, tre ettari di verde nel cuore di Palombina Vecchia, si candida a diventare un parco del benessere con aree dedicate all’attività fisica per ogni fascia d’età. Un polo per l’educazione dei più giovani e la riabilitazione dei malati di Alzheimer attraverso percorsi per l’esercizio fisico e sentieri psicosensoriali. L’idea è quella di realizzare una palestra outdoor per attività educative, esercizio fisico e riabilitazione all’aria aperta, un’aula didattica con percorsi sensoriali e senza barriere architettoniche, centri visita nel verde, punti di ristoro, sentieri attrezzati e strutture ricettive che si armonizzino con l’area verde.

È quanto prevede un progetto del Comune di Falconara, dal nome ‘Wert’, parola che in tedesco significa ‘valore’ ma è anche l’acronimo di wellness, educazione, riabilitazione, territorio, ossia di ciò che il parco contiene ed è capace di produrre. Il progetto, per un valore di oltre 250mila euro, è stato inviato alla Fondazione Cariverona per ottenere un contributo al finanziamento e verrebbe realizzato in partnership con la Cooss Marche, la Farmacia Ville, l’istituto Gerundini, il Centro ambiente e pace (Cea), il circolo falconarese Martin Pescatore di Legambiente e l’istituto superiore Cambi-Serrani.

«Il progetto nasce dall’ascolto dei bisogni dei residenti cominciato sin da inizio legislatura – spiega l’assessora all’Ambiente Valentina Barchiesi – e mira ad avvicinare le diverse generazioni e a familiarizzare con le situazioni di disagio. Un parco inclusivo e privo di barriere architettoniche dove bambini, adulti, anziani e disabili accompagnati da familiari o terapisti potranno giocare, stare insieme, fare attività fisica e riabilitativa, facendo della debolezza un punto di forza. Un progetto innovativo che renderebbe il parco di via Sardegna unico, con caratteristiche e scopi che le aree verdi dei Comuni limitrofi non hanno. Per questo potrebbe diventare un punto di riferimento a carattere sociale».

La riqualificazione del Parco di via Sardegna è già partita nei mesi scorsi con la sistemazione dei vialetti, la sostituzione degli arredi e con la realizzazione del ‘percorso vita’, un sentiero arricchito di attrezzi ginnici per fare attività fisica all’aria aperta. Il progetto era stato avviato durante la legislatura Brandoni ed è stato completato nelle scorse settimane.