Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Falconara, nuovi giochi al parco Robinson e negli asili nidi. Oggi l’inaugurazione

Sono stati acquistati grazie ad alcuni contributi ministeriali e ad una donazione del Rotary Club Falconara: «Le aree verdi si trasformano in spazi educativi»

I nuovi giochi al parco Robinson

FALCONARA – Nuovi giochi nelle aree attrezzate del parco Robinson di via Sardegna e nei giardini degli asili nidi comunali di Falconara e Castelferretti. L’installazione, ad opera del Comune, è avvenuta di recente, grazie ad un contributo ministeriale, attraverso il bando EduCare del Dipartimento per le Politiche della Famiglia, e ad una donazione di oltre 8mila euro del Rotary Club Falconara, per un investimento complessivo di 40mila euro. Gli spazi verdi, così, sono sempre più inclusivi e a misura di bambino.

Oggi pomeriggio, dalle 15.30, saranno ufficialmente inaugurate le nuove attrezzature nel parco di Palombina Vecchia, che è stato suddiviso in tre aree: in quella più alta, che si trova proprio sotto via Sardegna, è arrivata una teleferica, acquistata grazie alla donazione del Rotary. Nella zona limitrofa, poco più in basso, è stato creato un ‘Percorso avventura’ dove i bimbi potranno arrampicarsi grazie alla combinazione di pali, funi, anelli e amaca in gomma. Accanto al ‘Percorso avventura’ è stata montata una giostra in sospensione. Nell’ultima zona, quella più centrale, dove erano già presenti alcuni giochi per i bambini dai tre ai sei anni, sono stati installati tappeti anti trauma e montati un nuovo trampolino elastico per i salti, una piramide in acciaio per l’arrampicata, una altalena con cesto da utilizzare in gruppi di più bambini.

Per quanto riguarda i giardini dei nidi, sono arrivati nuovi giochi, scelti su indicazione delle educatrici che quotidianamente si prendono cura dei più piccoli. All’Aquilone di Castelferretti, alla Sirenetta di Palombina e allo Snoopy di via Emilia sono stati installati scivoli, casette in legno, un tunnel, mentre è stata posta una nuova pavimentazione anti trauma per i giochi già esistenti.

Il progetto

«I nuovi arredi, tanto quelli del parco Robinson quanto quelli dei nidi, sono stati acquisiti da Cooss Marche e donati al Comune nell’ambito del progetto ‘Elementi Educ@tivi’, presentato in partenariato con i Comuni di Falconara Marittima, Jesi, Maiolati Spontini e Fabriano – scrive l’ente falconarese -. L’obiettivo è promuovere la non discriminazione, l’inclusione sociale e la lotta alla povertà educativa, anche attraverso l’allestimento di spazi all’aperto. Nel progetto rientra poi l’attività del servizio ‘Tempo per bambini e famiglie’, avviato il mese scorso al centro Metropolis e volto a migliorare i rapporti tra bambini e adulti di riferimento tramite attività di laboratorio e ludiche promosse da un educatore. Sarà attivato a breve un ulteriore servizio, ‘Zona educativa di comunità’, rivolto alle famiglie con minori nelle fasce di età 0-6 anni e 7-17 anni attraverso il quale saranno promosse occasioni di incontro e di scambio tramite colloqui di sostegno educativo con figure specialistiche (psicologo, pedagogista e logopedista) e un laboratorio delle idee».

Gli interventi

Per il sindaco Stefania Signorini, «è sempre emozionante offrire ai bambini nuovi spazi, che rappresentano anche un’occasione di crescita, di socializzazione e inclusione. Questa attenzione è frutto di un lavoro di squadra e di una nuova sensibilità verso le esigenze dei più piccoli. È da questa età che nascono le relazioni sociali e che si gettano le basi per formare quelli che saranno gli adulti di domani. Grazie a tutti i soggetti che hanno collaborato e in particolare al Rotary che come sempre è attento al territorio, in questo caso con un progetto dedicato all’infanzia».

Soddisfazione anche dall’assessore all’Ambiente e Lavori pubblici Valentina Barchiesi, secondo la quale «l’emergenza sanitaria ci ha fatto riscoprire l’importanza degli spazi all’aperto e il parco Robinson, punto di riferimento di tutto il quartiere di Palombina Vecchia, è un’area da valorizzare. Questo è il primo stralcio di un intervento molto più ampio, per il quale stiamo cercando nuovi finanziamenti. Una delle priorità è quella di renderlo maggiormente accessibile».

A commentare l’operazione anche il presidente del Rotary Club Paolo Lovascio: «Ci siamo impegnati come sempre per i giovani e chi ha specifici bisogni in questo caso per i bambini che devono crescere in modo sereno e sicuro, poter giocare in tranquillità».