Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Falconara: morta investita davanti alla raffineria, disposta l’autopsia sulla mamma di quattro figli

La Procura ha incaricato il medico legale Mauro Pesaresi. Indagato per omicidio stradale il conducente della Fiat Panda

FALCONARA – Chi l’ha investita ha dichiarato di non aver visto madre e figlia attraversare la strada. Eppure la sua auto è andata dritta contro la donna, morta per il grande trauma riportato. Per capire quale lesione abbia causato il decesso la Procura ha disposto l’autopsia sul corpo di Fatma Ben Frej, la 52enne tunisina travolta sabato sera (22 gennaio), lungo la statale 16, a pochi passi dalla raffineria Api, vicino alla frazione di Fiumesino. L’incarico è stato dato al medico legale Mauro Pesaresi dal pm Irene Bilotta.

Intanto il 70enne di Montemarciano alla guida della Fiat Panda che ha investito la donna è stato indagato per omicidio stradale. All’uomo è stata anche ritirata la patente. Capire la portata dell’impatto e che peso possa avere sulla morta della donna servirà anche a chiarire meglio la posizione dell’investitore. La famiglia della vittima è distrutta dal dolore. In quel tratto stradale non si potrebbe attraversare e sono in corso gli accertamenti della polizia locale per capire bene perché madre e figlia si trovavano lì. Dalle prime informazioni è emerso che erano scese dal bus e dovevano raggiungere la propria abitazione, dall’altra parte della strada. L’auto ha colpito solo la 52enne risparmiando la figlia che si è salvata.

LEGGI ANCHE:
Falconara, incidente mortale sulla statale 16: i sindacati chiedono interventi urgenti. La sindaca Signorini convoca l’Anas