Falconara, operazione verde pubblico: lavori nel parco di via Sardegna e nei giardini del Balcone del Golfo

Parchi in primo piano per il sindaco Stefania Signorini: «La cura del verde è segno dell’attenzione alla città». Nel parco di via Sardegna saranno installate nuove panchine e sarà creato un percorso vita per allenarsi all’aria aperta

Parco di via Sardegna a Falconara Marittima

FALCONARA MARITTIMA – Parchi pubblici e aree verdi in primo piano per l’amministrazione Signorini. Sono partiti nei giorni scorsi i lavori di manutenzione dei giardini del Balcone del Golfo e il restyling del parco di via Sardegna. Nell’area del Balcone del Golfo lunedì pomeriggio sono state potate le palme, tagliato il prato ed è stata pulita la fontana caratteristica dell’area panoramica di Falconara Alta. Già nei giorni scorsi l’assessore ai Lavori pubblici e all’Ambiente Valentina Barchiesi aveva fatto un sopralluogo, aveva disposto un intervento che ha permesso di interrompere la fuoriuscita d’acqua e aveva affidato a un privato il compito di stilare un preventivo per la riparazione.

Balcone del Golfo

Quanto al parco di via Sardegna, il restyling è partito dalla manutenzione del verde e dalla sistemazione del principale percorso di accesso, un intervento che sarà completato con l’installazione di nuove panchine e con la creazione di un percorso vita per allenarsi all’aria aperta. Nelle scorse settimane è stata tagliata l’erba e, su indicazione degli attivisti del Comitato del Parco di via Sardegna, l’azienda incaricata dello sfalcio ha preservato alcune piante appena nate, che sono state transennate per permetterne la crescita. Saranno inserite in un progetto rivolto alle scuole per sensibilizzare i bambini sull’importanza degli alberi. «Questa Amministrazione vuole valorizzare i parchi cittadini – spiega il sindaco Stefania Signorini – e nella seconda metà di agosto è previsto un sopralluogo a cui parteciperò insieme agli assessori per valutare gli interventi da eseguire. È importante la cura dei grandi parchi, ma anche delle piccole aree verdi perché è segno dell’attenzione alla città e ai cittadini».

Valentina Barchiesi, assessore ai Lavori Pubblici e all’Ambiente

«È importante preservare i parchi cittadini – sottolinea Valentina Barchiesi – e ogni albero presente nella città, anche quelli nati spontaneamente affinché i cittadini possano godere di una migliore qualità della vita, attenuando in un certo modo gli svantaggi di vivere in un ambiente antropotizzato. Questo non è stato possibile per gli alberi di via Martiri della Resistenza: purtroppo, data l’inclinazione e le gradi radici, erano diventati pericolosi e siamo stati costretti a rimuoverne alcuni. Grazie alla collaborazione con il Comitato del Parco di Via Sardegna sono state però esonerate dallo sfalcio una 50ina di baby piante nate da alberi già presenti nel parco, quali olmi, querce, pioppi bianchi, acacie, così da poterle includere in un progetto più ampio che coinvolgerà a novembre, in occasione della giornata nazionale degli alberi, i bambini delle scuole nello studio, ricerca e piantumazione degli arbusti individuati in zone dedicate del parco. Durante questa giornata ci sarà l’occasione per piantarne di nuovi, per riscoprire le aree verdi del nostro territorio e soprattutto per imparare a proteggerle».

Parco di via Sardegna

In questa direzione, spiega l’assessore Barchiesi, va anche un’altra iniziativa: «A conferma di questa sensibilità ambientale, il sindaco ha inviato giorni fa una richiesta all’Assam, l’Agenzia Servizi Settore Agroalimentare delle Marche, per ricevere a titolo gratuito alberi e arbusti iscritti al Libro regionale dei Boschi da seme, per realizzare aree verdi qualificate nella città aventi anche finalità didattiche». Nel parco di via Sardegna è prevista anche la sistemazione del percorso principale, l’installazione di nuove panchine in ferro e in legno per sostituire quelle in cemento, in pessime condizioni, la manutenzione del percorso di collegamento tra via Sardegna e la scuola Aldo Moro e l’installazione di un percorso vita con quattro stazioni.

Balcone del Golfo

Più in generale sono stati tanti gli interventi, nella prima parte dell’estate, che hanno interessato le aree verdi di ogni zona del territorio. I lavori erano stati temporaneamente sospesi per consentire l’avvio dei nuovi contratti per la manutenzione del verde, prima affidata in via esclusiva a Marche Multiservizi e ora suddivisa tra soggetti diversi. Con il subentro dei nuovi affidatari la manutenzione è stata attivata e ha interessato i parchi, le piccole aree verdi di quartiere, i giardini più periferici e la vegetazione a bordo strada (quest’ultima fino a dicembre resta di competenza di Marche Multiservizi). «Il Comune, una volta avviati in nuovi contratti, si è attivato su più fronti – spiega l’assessore Barchiesi – sia affidando i lavori sulle aree pubbliche, di nostra competenza, sia confrontandosi con i privati per un miglior decoro anche nelle aree che non sono di proprietà comunale, come quella a monte di piazzale Europa. Altri interventi sono stati concordati nell’area limitrofa al parcheggio delle Poste di Castelferretti, lungo la scarpata tra lo stadio Fioretti a via Olof Palme di competenza dell’Anas, in via Sibilla Aleramo e nell’area circostante all’aeroporto. Abbiamo preferito dialogare con i privati per arrivare subito a un accordo, piuttosto che agire di imperio. Il programma per la manutenzione delle aree pubbliche prosegue, dato il gran numero di aree da curare».

Manutenzione del verde

Nei giorni scorsi si è intervenuto con lo sfalcio dell’erba nelle aiuole circostanti il centro commerciale Le Ville, nel parcheggio via della Stazione a Castelferretti, nell’area adiacente il campo di via Liguria, nell’area verde tra le vie Ville, Aosta ed Emilia, in quella tra la scuola Ferraris e via Puglia, tra le vie Liguria e Santarosa, tra le vie Campania e Sardegna, tra le vie Friuli e Trentino. Altri interventi sono stati completati nell’area lato mare di via Trentino, tra le vie Campania e Calabria, tra via Campania e via Basilicata, nella zona tra via Campania (lato monte), via Calabria e via Redi, nelle aree verdi di via Sebastianelli e via Quasimodo, nell’area adiacente il sottopasso di Villanova, in quella di via del Molino. La manutenzione ha interessato anche lo spartitraffico tra via Lazio e via Toscana e il ciglio stradale di via del Tesoro, via Barcaglione, via Castello di Barcaglione, via Aeroporto e via Fossatello. Quanto alle aree private, sono state già risanate quelle in prossimità delle vie Aspromonte, Bordoni, Panoramica, Donaggio, Canonico e di piazza Europa. Sono in fase di risanamento le aree delle vie Tesoro, Matteotti, Aleramo, La Corta, XX Settembre, Fiumesino, Fossatello, Alto Adige, Aereoporto, Strada Statale 16 e in prossimità di piazza Catalani.

Sgambatoio di via Matteotti

Inoltre è stata completata ieri anche la sistemazione dell’area cani di via Matteotti. Gli operai comunali hanno realizzato un basamento in cemento e un nuovo gradino di ingresso, hanno sistemato il cancello, sostituito un paletto della recinzione e rimossa una balaustra pericolante. L’intervento era stato avviato mercoledì.