Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Falconara, installati 59 nuovi cestini. Cipolletti: «Troppi rifiuti nei parchi lasciati dai giovani»

Potenziata la presenza di contenitori nel territorio per arginare un fenomeno di inciviltà. L'assessore Barchiesi: «Avevo preso un impegno con il Consiglio comunale dei ragazzi, questa è una prima risposta»

Uno dei nuovi cestini installati nei parchi a Falconara

FALCONARA MARITTIMA – Bottiglie, lattine, involucri di panini e cibo vengono lasciati nei parchi dai giovani che trascorrono insieme le serate estive. Sono tantissime le segnalazioni sui rifiuti abbandonati al parco Kennedy, al parco Carletti, al parco Robinson, al parco 2 Giugno, in piazza Saba e nei giardini di Falconara Alta. Contro il degrado Marche Multiservizi Falconara ha installato 59 contenitori, tutti dotati di piastra spegni-sigaretta. Una prima risposta alle richieste del Consiglio comunale dei ragazzi.

La sostituzione dei vecchi contenitori e l’installazione di ulteriori cestini hanno interessato anche i parchi e la spiaggia, tanto la battigia quanto i punti di accesso al litorale, dove resteranno per tutto l’anno, anche per venire incontro ai tanti cittadini che, durante l’inverno, passeggiano in riva al mare con il cane. Nel dettaglio, 12 nuovi cestini sono arrivati in via Flaminia a Villanova, otto a Palombina Vecchia (in via Liguria, via Puglie, via Umbria), 24 nella zona di mezzacosta (concentrati soprattutto lungo via Matteotti), cinque agli ingressi del parco Kennedy, uno in via XX Settembre in zona centro, uno al Balcone del Golfo a Falconara Alta, uno a Castelferretti in via Montale (vicino alla casetta dell’acqua) e sette lungo il litorale sud. Già nel 2017 erano stati installati un centinaio di cestini in via Flaminia, via Bixio, via Milano e via Ville, cui se ne erano aggiunti altri tra il 2018 e il 2019 nell’intera frazione di Castelferretti e in alcune vie del centro città.

Valentina Barchiesi

Tutti i nuovi cestini sono completi di piastra spegni-sigarette, per evitare l’abbandono di mozziconi. L’assessore all’Ambiente Valentina Barchiesi sottolinea che «i mozziconi inquinano tantissimo perché contengono sostanze inquinanti come nicotina, polonio 210, catrame e condensato, oltre a dare un’immagine di grande degrado quando vengono gettati in terra. Avevo preso un impegno con il Consiglio comunale dei ragazzi per dotare la città di contenitori per differenziare i rifiuti e questa è una prima risposta. Con le nuove installazioni viene ulteriormente potenziata la presenza di cestini nel territorio, sempre più necessari per la progressiva estensione della raccolta di prossimità, che ha comportato l’eliminazione dei cassonetti stradali».

«La sostituzione e il potenziamento dei contenitori – spiega la società di gestione dei rifiuti, che si è fatta carico dell’intervento – non rientrano nel contratto di servizio con il Comune di Falconara, ma rispondono ai principi di collaborazione che hanno sempre caratterizzato i rapporti tra la l’azienda e l’ente locale. L’intervento permette anche di migliorare e rendere più efficace il servizio di spazzamento delle strade».

Romolo Cipolletti

«L’installazione di questi contenitori – dichiara l’assessore al Decoro urbano Romolo Cipolletti – rappresenta l’occasione per lanciare una campagna di sensibilizzazione rivolta ai giovanissimi e ai loro genitori. Troppo spesso riceviamo segnalazioni di rifiuti abbandonati nei parchi dagli adolescenti che trascorrono le serate insieme. Questo fenomeno rappresenta un costo per la collettività, in termini economici e di decoro. Basterebbe che i ragazzi utilizzassero le buste con le quali portano cibo e bevande per gettare via i rifiuti. I giovani, che pure si dimostrano tanto sensibili alle tematiche ambientali, vanno educati e proprio per questo nel 2018 ho raccolto le firme per la reintroduzione dell’educazione civica nelle scuole».