Castelferretti, graffia le auto con un coltello, identificato un uomo. Ha 74 anni

Potrebbe essere lui il danneggiatore seriale che da qualche tempo gira in zona danneggiando le vetture in sosta. A chiamare i carabinieri di Falconara un gruppo di ragazzi che lo avrebbero colto sul fatto

I controlli dei carabinieri di Falconara

FALCONARA – Bloccato e denunciato un 74enne dai carabinieri di Falconara. Potrebbe essere lui il danneggiatore seriale che da qualche tempo gira a Castelferretti graffiando le auto in sosta. L’uomo è stato identificato ieri, lunedì 18 novembre, anche grazie all’aiuto casuale di un gruppo di persone che si sono accorte “del gesto vandalico”. Recuperato anche l’oggetto usato dall’uomo per infierire sulla vernice dei mezzi: è un coltello a serramanico.

ECCO LA VICENDA
Ieri, sul tardo pomeriggio, un gruppo di amici di Castelferretti, insospettito da uno stridente rumore metallico, ha notato un signore di una certa età che, con fare sospetto, passava vicino alle auto in sosta nei pressi del Circolo Leopardi e nel contempo emetteva degli strani gemiti con l’intento di coprire lo stridore.

I ragazzi, sapendo che nell’ultima settimana erano state diverse le auto danneggiate in zona, si sono avvicinati, assistendo alla scena che mai si sarebbero aspettati di vedere: un distinto e anziano signore che con un oggetto metallico appuntito graffiava, senza alcun motivo apparente, le auto parcheggiate sulla strada.

I giovani hanno provato a fermare l’anziano che non accennava a fermarsi e procedeva offendendo i ragazzi. Allora è scattata la chiamata al 112. A farla uno dei ragazzi la cui auto nei giorni scorsi era stata danneggiata proprio in questo modo e proprio lì, nell’area.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Tenenza di Falconara Marittima che hanno bloccato e identificato l’anziano sospettato: un 74enne residente in zona, rintracciato nella vicina piazza “2 giugno” e che, al momento del fermo, passeggiava indisturbato con il proprio cane al guinzaglio.

L’uomo anche davanti ai militari ha continuato a proclamare la sua innocenza fino a quando è stato rinvenuto dai carabinieri, tra la vegetazione, un coltello a serramanico.
Il 74enne ha ammesso di essere il proprietario del coltello: dovrà quindi rispondere di danneggiamento aggravato (le auto erano sulla pubblica via) e porto di oggetti atti ad offendere.

Fino a questa mattina, martedì 19 novembre, negli uffici della locale Tenenza dei carabinieri sono arrivate 4 persone per denunciare il danneggiamento della propria vettura nei pressi del circolo Leopardi, con modalità del tutto simili a quelle già accertate a carico del “danneggiatore seriale”.