Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Falconara: un chiosco nel parco Kennedy. Pubblicato il bando per il futuro gestore

L’assessore ai Lavori pubblici, Valentina Barchiesi: «L’obiettivo è quello di avere il parco pronto per la prossima primavera, completo anche di arredi, panchine, nuove essenze, percorso fitness e gioco dell’arrampicata»

La planimetria della zona del parco dove è previsto il nuovo chiosco (il quadrato rosso)

FALCONARA- Per la prima volta un bar nel cuore del parco Kennedy. Sul sito istituzionale del Comune di Falconara è stato pubblicato il bando con il quale l’amministrazione vuole individuare il futuro gestore della struttura di ristoro, da realizzare nell’ambito del progetto complessivo per il rilancio del parco. C’è tempo fino a mezzogiorno del 14 gennaio per presentare un’offerta. Chi si aggiudicherà la concessione potrà gestire il nuovo chiosco fino al 2030, con possibilità di rinnovo. Il Comune garantirà gli allacci e il basamento sul quale posizionare la struttura che invece sarà realizzata dallo stesso concessionario. Dovrà avere una superficie di 25 metri quadri ed essere completamente amovibile: al termine del periodo di concessione (nove anni rinnovabili per altri nove) il gestore dovrà rimuoverla. Inoltre, è prevista la possibilità di ampliare l’attività con un’area all’aperto di 100 metri quadrati per allestire tavoli e sedie. Il periodo minimo di apertura del chiosco va dal primo aprile al 30 ottobre di ogni anno, per almeno sei ore giornaliere.

Sarà assegnato un punteggio maggiore ai partecipanti che, nel progetto allegato all’offerta, proporranno un orario e un periodo di apertura più ampi, sempre l’orario di apertura del parco: dalle 7 alle 23 nel periodo dal primo aprile al 30 settembre e dalle 8 alle 20.30 dal primo ottobre al 31 marzo. Saranno inoltre attribuiti più punti a chi offrirà cibi e bevande tipici del territorio, a chilometro zero o biologici, a chi vanta già esperienza nella gestione di attività per la somministrazione di alimenti e bevande, a chi si impegnerà a utilizzare materiali biodegradabili, a chi organizzerà eventi che promuovano il parco e pubblicizzerà la propria attività anche attraverso i social. Il bonus più importante in termini di punteggio (fino a un massimo di 18 punti) verrà assegnato a chi si impegnerà a realizzare un bagno a uso pubblico annesso al chiosco.

Il Comune ha previsto un canone annuo minimo di 1.785 euro, con la possibilità di rilanciare per presentare un’offerta più vantaggiosa. Oltre a offrire un servizio a disposizione dei frequentatori del Kennedy, la nuova attività potrebbe rappresentare anche un presidio dell’area verde, capace di prevenire atti vandalici o attività illecite.

«Nel bando abbiamo voluto assegnare un punteggio maggiore ai progetti che proporranno un servizio sostenibile sotto il profilo ambientale, per esempio organizzando iniziative atte a limitare la produzione di rifiuti e lo spreco alimentare – spiega l’assessore ai Lavori pubblici e Ambiente Valentina Barchiesi –. L’obiettivo è quello di avere il parco pronto per la prossima primavera, completo anche di arredi, panchine, nuove essenze, percorso fitness e gioco dell’arrampicata. Vogliamo offrire alla città un parco rivitalizzato, con attività per tutte le età, dai giochi per i più piccoli alle attrezzature per i più grandi e per chi vuole tenersi in forma, completato da un punto di ristoro, servizi pubblici e un presidio continuo. Con il completamento del primo lotto di interventi c’è stato un aumento dei frequentatori e questo conferma che Falconara ha bisogno di spazi verdi attrezzati da poter vivere».

La riqualificazione del parco è stata suddivisa in tre stralci: il primo completato nel corso dell’estate con l’installazione di nuovi giochi e aree a misura di bambino, accessibili a tutti; il secondo e il terzo stralcio prevedono nuovi arredi, un percorso fitness, l’installazione del gioco dell’arrampicata, la piantumazione del prato e di nuovi alberi e l’apertura del chiosco.