Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Falconara, centro vaccinale Leopardi aperto 4 su 7. Al via la piattaforma di prenotazione

Necessaria una riorganizzazione della struttura vista la carenza di dosi. Da venerdì 7 maggio via alle iscrizioni online per le fasce d'età previste dal piano vaccinale

Vaccinazioni al Leopardi

FALCONARA – Oggi e domani il centro vaccinale Leopardi rimarrà chiuso. Così pure domenica. Tornerà aperto venerdì 7 e sabato 8 maggio. Frutto della nuova riorganizzazione della struttura di via dello Stadio (operativa ora 4 giorni su 7), necessaria poiché le dosi, anche a Falconara, iniziano a scarseggiare (una tendenza che si sta registrando in diverse località marchigiane, ndr). Quelle per i richiami alle persone anziane e fragili saranno garantite, poi bisognerà attendere che Regione e Asur (che a loro volta le ricevono dallo Stato) riforniscano con un quantitativo congruo «il serbatoio falconarese» per procedere con coloro interessati dalle fasi successive della campagna di vaccinazione. Lo stesso assessore alla Sanità regionale Filippo Saltamartini aveva lamentato una mancanza generalizzata di sieri, a differenza di quanti previsti o comunque annunciati a livello nazionale ed europeo.

Un po’ di numeri, intanto, dalla città del «falcone». Ieri, 4 maggio, sono stati somministrati 100 vaccini, con i medici, infermieri e volontari rimasti fino a tardi per completare quanto pianificato per la giornata. Un dato che aggiorna il parziale totale a 1.214 vaccinati in tre settimane e mezzo (il punto è stato aperto il 12 aprile). Comprensivo, ovviamente, di prime dosi, seconde e inoculazioni domiciliari, sempre effettuate dai sanitari falconaresi, che hanno sottoscritto l’accordo regionale.

Quanto alla piattaforma di prenotazione dei vaccini c’è finalmente una data, dopo un meticoloso lavoro informatico e di coordinamento dei tecnici dell’ente e dei volontari: quella del 7 maggio, quando il sistema entrerà in funzione e consentirà l’iscrizione ai falconaresi che rientrano nelle fasce d’età previste dal piano vaccinale. Lo ha annunciato il Comune. Sarà attivo dalle 9 di venerdì mattina. Nelle ore immediatamente precedenti all’attivazione sarà diffuso, anche tramite pubblicazione sul sito istituzionale, il link per accedere al servizio.

Una volta entrati nel portale si potrà selezionare il giorno (la prima data disponibile sarà lunedì 10) e una delle sei fasce orarie (quella delle 9, delle 10, delle 11, delle 16, delle 17, delle 18). Passaggio successivo sarà quello dell’inserimento dei propri dati anagrafici e numero di telefono e la categoria vaccinale di appartenenza: attualmente possono vaccinarsi le persone dai 65 anni in su e con disabilità, i soggetti fragili, caregiver e conviventi di persone con disabilità o fragili (in questo caso occorrerà indicare anche il codice fiscale della persona assistita o convivente), personale sanitario, personale non sanitario impegnato nelle strutture sanitarie, personale scolastico e universitario, forze dell’ordine, ospiti delle strutture residenziali.

Le categorie che possono accedere alla vaccinazione, naturalmente, saranno aggiornate in base al piano vaccinale. Si potrà prenotare solamente la prima dose: la seconda sarà comunicata dal personale del Leopardi. Chi ha già ricevuto la prima dose in un altro centro, non potrà ricevere la seconda al punto falconarese. La piattaforma di prenotazione è riservata ai soli residenti di Falconara, anche a coloro che hanno già una prenotazione per la prima dose in un altro centro vaccinale. Sarà il personale di via dello Stadio, dopo la somministrazione e su richiesta, a effettuare la cancellazione di eventuali prenotazioni in altri centri (per tale operazione occorre avere, oltre alla tessera sanitaria, l’apparecchio telefonico con cui è stata effettuata la prenotazione presso quel centro). Chi fosse impossibilitato a prenotarsi sul web, potrà chiedere il supporto dei volontari del Leopardi, recandocisi di persona.

L’ente ha fatto sapere che, vista l’incertezza legata all’approvvigionamento, se i vaccini non fossero disponibili per il giorno prefissato gli utenti saranno comunque avvisati in anticipo. Nel mentre il centro Leopardi, per tutta questa settimana, rimarrà operativo come in passato. Ovvero i pazienti saranno chiamati dai medici di medicina generale. Le giornate di apertura della prossima settimana dipenderanno, come detto prima, dalle dosi disponibili.