Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Falconara, autovelox: più di mille richieste per la class action

Pioggia di ricorsi per il dispositivo di rilevamento della velocità, posto lungo la Strada Statale 16, nel tratto compreso tra l’ex Caserma Saracini e lo svincolo per Roma. Grasso (Ugl): «Sono tantissimi i cittadini che hanno chiesto di aderire»

FALCONARA MARITTIMA – Sono già più di 1.000 le richieste di informazione provenienti da tutta Italia, arrivate ad Ugl Marche, il sindacato di Polizia Locale, per la class action contro l’autovelox di Falconara Marittima. Il dispositivo per il rilevamento della velocità, posto lungo la Strada Statale 16, nel tratto compreso tra l’ex Caserma Saracini e lo svincolo per Roma, era stato installato ad agosto del 2019 e da allora aveva emesso una pioggia di multe, oltre 40mila, sfociate in un miglio di ricorsi.

Anna Grasso

Un impianto la cui segnaletica è stata riconosciuta «irregolare da ben 3 giudici di pace di Ancona» rimarca Anna Grasso, segretaria provinciale Ugl polizia e funzioni locali Marche. Molti gli automobilisti multati che in buona fede hanno pagato le sanzioni e subito una decurtazione di punti, fra loro c’è anche chi ha preso più multe per importi che vanno da 45 fino a oltre 1.000 euro. Ora potranno ottenere giustizia. «Sono tantissimi i cittadini e utenti che hanno chiesto di aderire all’iniziativa, al di sopra di ogni aspettativa» spiega Anna Grasso.

Ugl aveva ingaggiato fin da subito una battaglia contro il velox che dopo due esposti amministrativi, uno in Procura e l’altro alla Corte dei Conti, era stato spento nell’ottobre 2019. Per informazioni sulla class action Ugl ha istituito uno sportello informativo, contattabile al numero di telefono 071. 9940046 dalle 9:30 alle 12, dal lunedì al venerdì o via mail uglmarchefl@libero.it.