Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Coach Cerusico presenta la sfida alla capolista

Nella settimana che porterà alla delicata trasferta in casa della prima della classe Figline Valdarno, l'allenatrice anconetana chiede un grande sforzo alle sue giocatrici: «Affrontiamo un trittico di partite difficilissimo»

Coach Raffaella Cerusico, Eurosped NumanaBlu Conero
Coach Raffaella Cerusico, Eurosped NumanaBlu Conero

ANCONA – Archiviato il 2-3 con il San Michele Firenze, l’Eurosped NumanaBlu Conero Ancona si sta preparando per la delicata trasferta toscana di Figline Valdarno. Nella tana della capolista la formazione dorica tenterà, con una partita intelligente e determinata, di tener testa all’avversario pur conscia delle difficoltà che si incontreranno. La trasferta arriva nel mezzo di una serie di partite molto impegnative che culmineranno nel match casalingo contro il Monte San Giusto.

«Sicuramente abbiamo un gennaio nel quale affrontiamo squadre molto diverse da noi per ambizioni, esperienza ed abitudine a giocare certe partite – ha confessato l’allenatrice Raffaella Cerusico – Contro San Michele Firenze squadra giunta alla settima vittoria consecutiva, la squadra ha ceduto al tie-break dopo aver giocato una parte centrale di incontro esaltante. Siamo partite contratte, poi ci siamo sciolte e giocato due set di altissimo livello in tutti i fondamentali mettendo in difficoltà un avversario che non scopriamo noi per qualità e capacità. Poi ci siamo un po’ fermate calando di rendimento e soprattutto di attenzione. Contro squadre esperte ed ambiziose appena allenti un minimo la pressione a partire dal servizio, poi tutto si fa più difficile».

Domenica servirà un’impresa, ma la Conero Eurosped parte tutt’altro che sconfitta. «Parliamo di una realtà che da anni disputa il campionato di serie B, con tanti anni di B1. Si tratta della capolista del girone quindi un avversario che ci creerà indubbiamente delle difficoltà. Noi dovremo essere brave a sopportare i momenti critici uscendone di squadra e provando ad imporre il nostro ritmo anche se ovviamente non sarà facile. I 20 punti ottenuti finora in classifica sono un bottino eccellente che tuttavia non mette al riparo dai pericoli perché la classifica è molto corta e per il quart’ultimo posto, occupato dal Rinascita a quota 13, c’è una grande lotta nella quale siamo coinvolti anche noi. Con tanto equilibrio è importante fare punti in ogni match e di certo ci proveremo anche a Figline».