Estate da record per Portonovo: oltre 74 mila le presenze

Il Consorzio della Baia di Portonovo ha stilato un bilancio della stagione appena trascorsa che ha registrato un +5% di turisti, dato in contro tendenza rispetto all'andamento nazionale

I bagnanti in spiaggia a Portonovo (Foto: Comune di Ancona)

ANCONA- Con oltre 74 mila presenze per Portonovo l’estate 2019 è stata da record. Il Consorzio della Baia di Portonovo ha stilato un bilancio della stagione appena trascorsa definendola “eccellente”.

Dai dati pubblicati a settembre da AssoTurismo si evince infatti che l’aumento di turisti nella meravigliosa baia è stato del 5% rispetto all’estate 2018. Un risultato in contro tendenza rispetto all’andamento nazionale che invece segna -1,1% di presenze, complici il meteo incerto e il rilancio delle vacanze nei Paesi mediterranei.

A soffrire di più sono proprio le destinazioni italiane con -1,5% di presenze, che nelle regioni centrali arriva addirittura a un -2,5% di presenze straniere.

QUALCHE NUMERO – I dati della baia testimoniano invece il grande appeal del Conero. Precisamente, i turisti in vacanza a Portonovo sono stati 74.405, nel 2018 erano stati 70.862. Il 65% sono italiani, il 35% sono stranieri provenienti soprattutto da Belgio, Gran Bretagna e Germania. Il soggiorno medio è stato di quasi 4 notti (dato in crescita), mentre sono stati 600 gli ospiti in vacanza con il proprio cane.

«I dati in crescita evidenziano l’importanza di un lavoro di rete, sinergico, tra gli operatori e le istituzioni che segue i due verbi cardine del Consorzio stesso: preservare e promuovere» afferma Marcello Nicolini, presidente Consorzio Baia di Portonovo.

«È necessario costruire sempre più la destinazione. Una destinazione di qualità, autentica e genuina, perché, oggi, il profilo del turista è fortemente cambiato e uno dei tratti distintivi nella scelta della meta è proprio l’offerta esperienziale a corredo del soggiorno» commenta Guido Guidi del SeeBay Hotel.

Importanti quindi lavorare su nuovi progetti e obiettivi per puntare su un turismo di qualità e destagionalizzato. A cominciare dal miglioramento dei collegamenti verso la baia a un servizio parcheggio adeguato, da escursioni organizzate all’ampliamento dei servizi offerti. Uno dei problemi che da sempre affligge Portonovo è la sicurezza in quanto c’è un’unica strada di accesso alla baia, per questo il Comune di Ancona sta pensando ad un percorso alternativo per i mezzi di soccorso. Inoltre, l’amministrazione comunale sta lavorando alla riqualificazione della piazzetta dove sorgerà una struttura che ospiterà la guardia medica e l’informazione turistica. Dall’estate scorsa è attivo lo sportello bancomat del Banco Marchigiano a disposizione di operatori e turisti.