Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Emozioni Marche, nasce il primo catalogo di viaggi realizzato da studenti. A Sirolo cooking class per turisti

12 ragazzi dell'Istituto Einstein-Nebbia di Loreto hanno realizzato un catalogo di viaggi con pacchetti e proposte di itinerari alla scoperta delle Marche. Nel progetto, unico sul panorama nazionale, anche una cooking class a Sirolo per i turisti

Gli studenti dell'Einstein-Nebbia di Loreto

ANCONA – Corsi di cucina per sperimentare ricette tipiche e per assaggiare specialità enogastronomiche a chilometro zero e una “boutique” di viaggio per regalare esperienze uniche ai turisti che arrivano nelle Marche e promuovere le bellezze della regione. È la novità che bolle in pentola, è proprio il caso di dirlo, all’ombra della stagione estiva in partenza nelle Marche.

Il progetto, unico sul panorama nazionale, vede un gruppo di studenti dell’Istituto d’Istruzione superiore Einstein-Nebbia di Loreto impegnati nella promozione del turismo esperienziale tramite l’elaborazione di un vero e proprio catalogo di proposte e pacchetti di viaggio, con itinerari pensati ed elaborati dalla fantasia dei ragazzi.

Il catalogo di viaggi realizzato dagli studenti dell’Einstein-Nebbia di Loreto

L’iniziativa vedrà nascere una cooking class o scuola di cucina a Sirolo, aperta ai turisti. Nel piccolo Comune del Parco del Conero, divenuto covid-free, grazie ad una campagna vaccinale organizzata in autonomia e a contagi zero ormai da giorni, la scuola di cucina prende forma grazie all’accordo siglato il 20 aprile scorso tra il Comune di Sirolo e l’Istituto di Istruzione superiore Einstein-Nebbia di Loreto, per promuovere la valorizzazione turistica del territorio. La scuola di cucina, che aprirà i battenti nella giornata del 5 giugno, con una cerimonia di inaugurazione, è stata realizzata nei locali della ex scuola primaria, messi a disposizione del Comune.

Se i turisti sono sempre più alla ricerca di viaggi che offrano la possibilità di vivere esperienze uniche, diverse, irripetibili, a contatto con il territorio e le sue tradizioni, ecco che per conoscere a fondo un territorio non c’è miglior modo che sedersi a tavola e gustare uno dei prodotti tipici, il cui gusto rimarrà certamente impresso nella mente dei vacanzieri. Un nuovo trend, quello del turismo esperienziale, su cui il sindaco Filippo Moschella ha scelto di puntare.

Nella cooking class gli studenti realizzeranno corsi di cucina aperti ai turisti e gestiranno un infopoint turistico che si occuperà dell’organizzazione di attività turistiche, di eventi, contest, show-cooking, iniziative formative e culturali. Inoltre la scuola Loretana, metterà a disposizione la propria web tv per format e inserti promozionali delle attività e del territorio.

Un bellissimo progetto che valorizzando la creatività degli studenti, promuoverà il territorio e le sue eccellenze enogastronomiche. Ecco che dal paccasasso del Conero, passando per il vino e l’olio prodotti a chilometro zero, il miele, le confetture e la carne di Monte Colombo (Coppo di Sirolo), il turista sarà appagato nel corpo e nella mente.

Filippo Moschella, sindaco di Sirolo

«Chi viene in vacanza non cerca più solamente il mare e il sole, ma vuole portare a casa nel suo cuore una esperienza – spiega il sindaco Filippo Moschella -: ecco che se da un lato con la bellezza e l’integrità del nostro territorio possiamo garantire ai turisti una vacanza rigenerante, ora con la scuola di cucina abbiamo anche l’occasione di appagare gli altri sensi».

La Boutique di viaggio Estrovagate è la prima agenzia di incoming in Italia costituita da studenti per promuovere il territorio attraverso pacchetti ed itinerari turistici realizzati e pensati interamente dai ragazzi. Ad essere coinvolti nel progetto, sono 12 studenti, appartenenti alle classi che vanno dal primo al quinto anno dell’istituto.

I ragazzi, spiega la referente del progetto, la professoressa Daniela Cerolini, hanno condotto delle ricerche sul territorio, traendone gli itinerari più suggestivi ed emozionanti. Numerose le proposte elaborate dagli studenti: fra queste il “Relaxing day” una visita guidata da una naturopata nei meandri del bosco di Canfaito con un emozionante abbraccio ai grandi alberi, e la visita al borgo di Elcito, definito il Tibet delle Marche.

Poi il weekend “Dalla Sibilla alla Sirena”, un pacchetto che porta i turisti alla scoperta dei Sibillini e del Monte Conero, in un viaggio che dall’entroterra conduce al mare. Accanto a questo “L’arte immersa nella natura”, un viaggio tra le bellezze dell’Ascolano, itinerari alla scoperta dei delle “erbe”, le “emozioni retrò” con una sfilata di auto d’epoca o ancora il racconto della leggenda della Sibilla nel “Fiastra Phototelling”. Insomma un ampio ventaglio di pacchetti esperienziali, nato dalla fantasia di questi giovani talenti.

«I ragazzi sono andati alla ricerca delle leggende e dei misteri più suggestivi della nostra regione» spiega la docente, con l’obiettivo di «regalare emozioni ai turisti, ma anche agli stessi marchigiani». Il progetto è stato attivato in partnership con l’agenzia “Io viaggio estrovagante” di Macerata. «Siamo molto fieri di questo progetto, i ragazzi si stanno impegnando molto» afferma la docente, nel precisare che il nome Boutique di viaggi sta ad indicare quella ricerca di originalità e particolarità in cui sono impegnati gli allievi dell’istituto.

Da sinistra Raffaella Lodovici, Ester Brutto, Daniela Cerolini

L’idea è nata durante il lockdown per tenere impegnati gli studenti alle prese con la dad, e dal virtuale il progetto è diventato “fisico”, grazie all’impegno della docente Daniela Cerolini, della collega Raffaella Lodovici e della titolare dell’agenzia di viaggi, Ester Brutto. Duplice la finalità: promuovere le bellezze della regione e allo stesso tempo formare gli studenti dell’Einstein-Nebbia facendo progettare loro e organizzare pacchetti esperienziali da destinare ad un turismo nazionale e internazionale.

I ragazzi sono stati formati da tour operator di livello internazionale e da compagne come Msc, Costa Crociere, «solitamente la formazione pratica avviene dopo la scuola, invece i nostri studenti già dal primo anno lavorano e fanno esperienza, così quando saranno diplomati saranno già pronti ad affrontare il mondo del lavoro». L’iniziativa, come spiega la dicente Cerolini gode dell’appoggio dei sindaci di Sirolo, Numana e Loreto, Filippo Moschella, Gianluigi Tombolini e Moreno Pieroni, del Parco del Conero.