Nuovo Citroen C5 Aircross Hybrid Plug-in
Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Elezioni, Marchetti (Lega): «Nelle Marche miglior risultato del partito nel centro Italia, ma non basta»

Il commissario regionale della Lega commenta l'esito delle elezioni politiche che hanno assegnato al centrodestra il primato in Italia e nelle Marche, anche se la Lega perde consensi

Riccardo Augusto Marchetti e Matteo Salvini

ANCONA – «Nelle Marche abbiamo ottenuto l’8%, il miglior risultato del partito nel centro Italia, ma non basta. Ed è per questo che già da oggi ci metteremo al lavoro con la determinazione di sempre, perché vogliamo che gli italiani tornino ad avere fiducia nel nostro progetto». Lo scrive sulla sua pagina Facebook il commissario regionale della Lega Riccardo Augusto Marchetti, commentando il risultato delle elezioni politiche. Nell’attesa di capire se ce l’ha fatta ad ottenere uno scranno in Parlamento, come capolista alla Camera nel collegio plurinominale, Marchetti aggiunge: «Inutile nascondere che la scelta di appoggiare il Governo Draghi abbia allontanato molti dei nostri elettori: una decisione sofferta, che abbiamo intrapreso nella convinzione che non scegliere avrebbe dato ad altri l’opportunità di farlo al nostro posto».

Il partito nelle Marche, come a livello nazionale segna un perdita di consensi. «La vittoria del Centrodestra non è un obiettivo raggiunto, ma il punto di partenza dal quale iniziare a costruire e ricostruire». Analizzando il voto a livello nazionale dice «oggi è una giornata storica per l’Italia. Gli elettori hanno dato al Centrodestra un mandato netto e incontrovertibile: formare il nuovo governo, un governo che, a differenza degli altri, sarà espressione degli italiani e che per questo lavorerà nei prossimi cinque anni con serietà e spirito di collaborazione».

Un governo, conclude, nel quale «la Lega sarà la seconda forza politica (nella coalizione, ndr) e risulterà determinante in ogni scelta, con un unico obiettivo: operare nell’interesse del Paese. La Lega ci ha sempre messo la faccia e non abbiamo intenzione di trincerarci dietro roboanti frasi di circostanza nel tentativo di nascondere il dispiacere per un risultato che non è certo l’obiettivo per il quale abbiamo lavorato».