Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Elezioni 2018, convegno con l’on. Fidanza. FdI-AN: «Siamo qui per vincere e liberare la città dal Pd»

Il centrodestra si presenterà unito alle prossime amministrative e domani (21 ottobre) ci sarà un convegno alla Fiera della Pesca, in cui interverrà l’on. Carlo Fidanza. Ciccioli: «Il centrodestra è unito. C'è un solido accordo tra FdI-AN, Lega Nord e Forza Italia»

Da sin. Lorenzo Rabini, Fabrizio Del Gobbo, Angelo Eliantonio e Carlo Ciccioli (Fratelli d'Italia - Alleanza Nazionale)

ANCONA – Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale scende in campo alle prossime elezioni amministrative insieme a Forza Italia e Lega Nord e domani, sabato 21 ottobre alle 16.30, ci sarà un incontro alla Fiera della Pesca, in cui interverrà l’on. Carlo Fidanza, responsabile nazionale degli enti locali di Fratelli d’Italia-AN. «Il tema dell’incontro – dichiara Angelo Eliantonio, portavoce comunale – è quello di liberare la città dal Pd e dalle sue clientele. Desideriamo costruire l’alternativa alla giunta Mancinelli». Domani interverranno anche Carlo Ciccioli, Lorenzo Rabini e Angelo Eliantonio che sono i responsabili regionale, provinciale e comunale del partito, insieme agli esponenti locali Fabrizio Del Gobbo e Stefano Benvenuti Gostoli. Inoltre parteciperanno anche il coordinatore comunale di Forza Italia Daniele Berardinelli e il segretario provinciale Lega Nord Marco Bevilacqua.

Angelo Eliantonio, segretario comunale Fratelli d’Italia-AN

«La posta in gioco è altissima – dichiara Eliantonio – perché oltre alle elezioni politiche dovremo fronteggiare la competizione locale comunale. L’iniziativa di domani è molto importante perché il centrodestra desidera costruire un programma solido in vista delle prossime elezioni. Il nostro avversario è la Mancinelli con la sua giunta, ma c’è un nemico più forte che è la rassegnazione di tanti anconetani. Siamo qui per vincere e facciamo un appello anche alle forze civiche. Aiutiamoci a non lasciare Ancona sempre nelle mani dei soliti. Vinciamo insieme perché insieme è possibile vincere, basta strategie e giochi. Ancona continua ad essere una città isolata e gli anconetani vogliono una città capoluogo che abbia un ruolo e un peso politico». Eliantonio ha spiegato che «stiamo studiando il programma e poi sceglieremo il candidato. Sono comunque già stati fatti dei colloqui e degli incontri e ce ne saranno altri, prima di indicare il nome».

Carlo Ciccioli, portavoce regionale Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale

«Se ultimamente il centrodestra è arrivato sempre all’ultimo momento – dichiara Carlo Ciccioli, portavoce regionale – questa volta abbiamo cominciato a lavorare prima dell’estate e domani sarà la prima uscita esterna. Il centrodestra è unito e domani come osservatori saranno presenti anche alcuni esponenti di liste civiche, tra cui Stefano tombolini (60100). L’importante è avere una piattaforma comune. Dal 2015 il centodestra è cresciuto e vogliamo mandare a casa la Mancinelli. Purtroppo l’operazione di maquillage di questi giorni del Sindaco con la presentazione di grandi piani è fuffa perché il ministro Delrio che stimo molto tra qualche mese non sarà più ministro. Se riuscirà potrà al massimo mettere i soldi in un capitolo di spesa generico. Quindi è tutto ancora da scrivere e presto ci sarà un nuovo ministro. La Mancinelli e la sua Giunta vendono fumo. Un altro esempio sono i lavori di asfaltatura di questi giorni. Si tratta solo della solita spalmatura di asfalto, che durerà solo il tempo della stagione elettorale».

«Il partito è una squadra che si sta preparando a una grande derby – dichiara Lorenzo Rabini, portavoce provinciale – e a due importanti appuntamenti: le elezioni politiche 2018 e le amministrative ad Ancona. Come partito provinciale ci stiamo allenando per prepararci al meglio e per scegliere gli uomini giusti per vincere entrambe le sfide». «L’incontro di domani è importantissimo – dice Fabrizio Del Gobbo, dirigente regionale – perchè dimostra che c’è per la prima volta un centrodestra compatto e fortemente unito, deciso a ribaltare la situazione attuale di Ancona. Siamo concentrati sulla costruzione di un progetto amministrativo e la coalizione è aperta alle forze civiche che desiderano un cambiamento. Deve esserci una rivoluzione dentro la città. Noi potremo amministrare in maniera diversa e rivoluzionaria rispetto a quanto è stato fatto fino ad oggi».