Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Elettronica, connessione e zone colorate: ecco come cambiano le cose in un anno

Smart-working e Dad hanno incrementato il mercato con annessi e connessi. Con Netoip (Ancona), Mouseclick (Macerata) e Personal Computer (Pesaro) il punto sulle tematiche d'attualità "informatica"

Computer
L'elettronica con tutti gli annessi e i connessi al centro dell'attenzione con Dad e smart-working

ANCONA- L’avvento della pandemia, datato ormai più di un anno fa, ha cambiato le abitudini degli italiani. Le ha cambiate nella quotidianità, nei rapporti umani ma soprattutto sul lavoro con lo smart-working che ormai è diventata una costante. Poco importa che sia una zona rossa, una zona arancione o una zona gialla, le aziende ormai per quanto possibile fanno sempre affidamento sul lavoro da casa. Probabilmente, non volendolo, il Covid ha dato quell’impulso determinante al percorso di digitalizzazione già in atto ma troppo lento per irrompere prepotentemente e bruciare le tappe della sua riuscita. A maggior ragione, anche la scuola con la scelta della Didattica a Distanza ha scelto di affidarsi al “remoto” rimescolando le carte sul mercato dell’elettronica.

Quando si fa riferimento al mercato dell’elettronica, non ci si riferisce solamente a computer, tablet, smartphone ma anche a tutti gli annessi e connessi. Per annessi e connessi si intendono gli accessori, le utility, le cover e le connessioni, sempre più richieste da privati e aziende. Amazon (secondo una recente inchiesta del Corriere della Sera pubblicata lo scorso 25 marzo), in un contesto del genere, potendo sfruttare dei prezzi ampiamente concorrenziali sta inglobando una vasta fetta di mercato ma i negozi “al dettaglio” tengono comunque botta grazie alla garanzia di professionalità e al contatto umano che non scoraggia i clienti.

«Si sente spesso parlare di variazioni o di abbassamento dei prezzi dell’informatica ma a noi questa cosa non risulta – affermano i responsabili delle vendite di Mouseclick in Corso Fratelli Cairoli a Macerata – Amazon, naturalmente, può contare su delle armi proprie che nessuno di noi può permettersi di vantare. Prima tra tutte l’altissima concorrenzialità dei prezzi». Il perdurare della zona rossa, soprattutto in questi ultimi mesi, sta incidendo anche nelle richieste, legate prevalentemente ad una lunga permanenza domiciliare: «Ultimamente ci chiedono computer portatili e annesse postazioni pc. I tablet, in precedenza, venivano preferiti un po’ di più ma attualmente il gradimento è tutto sui personal computer. Il tema della connessione ovviamente è strettamente connesso ma nel rapporto e nell’interlocuzione che abbiamo coi clienti non riscontriamo grandi lamentele da parte loro e questo non può che essere sintomo di soddisfazione».

Di connessione e “bonus statale” ne abbiamo parlato approfonditamente con i titolari di Netoip Ancona con sede ad Osimo in Via Achille Grandi: «Molte richieste vengono abbinate al bonus statale. Si tratta di una possibilità che è stata data a tutti coloro che avevano una connessione inferiore a 30mega in download e un Isee inferiore a 20.000 euro per passare ad una linea superiore per un anno a canone zero. In aggiunta a questo anche un tablet che viene assegnato direttamente dalle società che erogano il servizio. Sotto quest’ottica abbiamo ricevuto parecchie richieste». E ancora: «Ormai sono più di dieci anni che ci occupiamo di connessioni internet per privati e aziende. Ogni giorno ci arrivano richieste di upgrade, segnali, profili nuovi e sicuramente il proliferare di Dad e Smart Working ha dato un’accelerata importante al nostro settore».

Tornando ad un discorso meramente commerciale, c’è chi non ha riscontrato in nessun caso l’abbassamento dei prezzi legati all’informatica. È il caso di “Personal Computer SRL” di Via Ponchielli a Pesaro, i cui responsabili delle vendite non girano più di tanto intorno al problema: «Dal nostro punto di vista non ci sembra si siano abbassati. Troviamo invece che in generale siano aumentati anche con la maggior richiesta. I notebook sono nelle preferenze delle persone, molto di più dei computer fissi. Dovendo tracciare una sorta di bilancio possiamo dire che i portatili in questa era vanno molto di più».

Non manca anche una battuta sui tablet e sul dominio di Amazon nel settore: «I tablet sono ancora richiesti ma le vendite sono calate rispetto al passato, è innegabile. Che Amazon la faccia da padrone non è un mistero, i prezzi sono più che concorrenziali e il loro successo parte e si fonda esclusivamente su questo».