Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ecce Homo alla Mole: “visite alla pari”

Dal 13 gennaio, persone comuni, non specialisti né accademici, al fianco dei visitatori: attraverso la scultura, si indagherà insieme il senso dell'essere umano nel presente

Valeria David, a capo del laboratorio La Congrega

Workshop, festival e visite guidate alla pari. Sono tanti gli eventi collaterali intorno alla mostra Ecce Homo che durerà fino al 7 maggio all’interno della Mole Vanvitelliana (Magazzino Tabacchi). In particolare, le “visite alla pari” che inizieranno il 13 gennaio sono una novità in Italia: persone comuni, non specialisti né accademici, accompagneranno i visitatori all’interno della mostra. Il primo appuntamento sarà venerdì alle 19 con “Ecce Congrega”. Valeria David, titolare del laboratorio La Congrega, accompagnerà i visitatori nel racconto di alcune opere d’arte, alla scoperta del legame che esiste tra tessitura e scultura in una visita-conversazione che unirà il mondo dell’arte a quello dell’alta artigianalità.

Valeria scrive di sé: «Sono un’artigiana che lavora il tessuto per realizzare manufatti tessili d’arredo. Faccio questo lavoro da tanti anni nel centro storico di Ancona e la passione per tutto ciò che è “stoffa” mi ha portata a ricercare e studiare i tessuti di tanta parte del mondo. Quello del tessile è un antico linguaggio che una volta conosciuto permette di decodificare tante realtà e di svelare intrecci di civiltà e di storie. Con questa finalità ho costruito la “banca dati del tessile” con oltre 3mila manufatti tessili di varie tipologie, per far conoscere e condividere questo linguaggio. Per chi è interessato a conoscere il linguaggio del tessile oltre la moda, possiamo incontrarci nel laboratorio di via Cialdini dove è conservata la banca dati del tessile per manipolare da vicino alcune storie del tessuto».

IL CALENDARIO – Le visite alla pari continueranno fino al 7 aprile. Il 20 gennaio la visita all’interno della mostra Ecce Homo sarà guidata da Andrea Astolfi (alle ore 19), lavoratore in una impresa portuale che si occupa di movimentazione merci. Il 21 gennaio sarà la volta del doppio appuntamento (alle 17 e alle 18.30) con Maicol & Mirco – Palla rossa, palla blu (laboratorio per bambini), in cui presenteranno anche il libro “Il papà di Dio”. Il 27 gennaio sarà il turno di “Ecce Angelo Raptis” (ore 19), un giovane imprenditore che ha  aperto il primo Boat&Amp-Breakfast delle Marche per provare l’esperienza di soggiornare in barca, mentre il 25 febbraio ci sarà “Ecce matelier – Live hair cutting/talk” (ore 18). Matelier97 è il salotto di bellezza premiato più volte per l’innovazione, che ha aperto le sue porte per promuovere la cultura, l’arte, il gusto e la bellezza in tutte le sue espressioni. Infine il 7 aprile “Ecce Alessandro Moriconi” (ore 19), dove Alessandro, che si occupa di ristrutturazioni e arredamenti su misura e lavora con il ferro e nella muratura, guiderà i visitatori all’interno della mostra.

MOSTRA ECCE HOMO – La mostra organizza un itinerario all’interno dell’ampio scenario della scultura italiana, proponendo alcuni dei protagonisti salienti che ne hanno caratterizzato lo sviluppo, con particolare riferimento all’indagine sull’uomo, più che sulla figurazione. Si tratta di un progetto che, a partire da Marino Marini fino a Mimmo Paladino e ai più recenti autori, vuole mettere in relazione la scultura con il rinnovato spazio de La Mole, dove l’allestimento dell’architetto Andrea Mangialardo cerca di creare dei piccoli cortocircuiti visivi e di relazione fra le opere, installate non per periodo storico ma affinità di soggetto. Ne risulta un viaggio fra differenti stili, materiali e visioni che chiedono al visitatore di concentrarsi non tanto sul singolo autore o sulla situazione culturale ma di cogliere il senso dell’essere umano nel tempo presente.