Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Distaccamento dei Vigili del Fuoco al Sanzio: se ne discuterà in Consiglio

All'ordine del giorno l'interrogazione di Marco Giacanella, consigliere di Uniti per Falconara, sul mantenimento del presidio dei Vigili del Fuoco presso l’Aeroporto delle Marche

L'aeroporto delle Marche

FALCONARA- Sarà discusso nel prossimo Consiglio comunale l’ordine del giorno sul “Mantenimento del presidio dei Vigili del Fuoco presso l’Aeroporto delle Marche”, presentato da Marco Giacanella, consigliere comunale di Uniti per Falconara. Non appena saranno terminati i lavori alla nuova caserma dei Vigili del Fuoco in via Bocconi, il distaccamento al Sanzio sarà “smantellato”. Il documento chiede al Sindaco Goffredo Brandoni e alla Giunta falconarese di “manifestare la contrarietà verso la soppressione della squadra terrestre presso il distaccamento aeroportuale o in alternativa, di mantenerla in altro plesso idoneo ubicato nelle vicinanze del distaccamento di Falconara M.ma”.

«Questa richiesta trova il suo fondamento nell’esigenza dichiarata dal Ministero dell’Interno con il progetto “Soccorso Italia in 20 minuti” e cioè assicurare ad ogni zona del Paese di poter essere raggiunta dai Vigili del Fuoco in un tempo massimo di venti minuti e per questo ipotizzava l’apertura di un distaccamento a Falconara M.ma con livello di priorità 2- spiega Giacanella- . Oggi questo livello di sicurezza è assicurato dal distaccamento permanente dei Vigili del Fuoco ubicato all’interno dell’Aeroporto delle Marche e destinato per l’espletamento degli interventi di soccorso tecnico urgente rivolti prioritariamente ai Comuni di Agugliano, Camerata Picena, Chiaravalle, Falconara M.ma, Montemarciano, Monte San Vito».

Il bacino di utenza interessato è di circa 65.000 abitanti, numero che aumenta sensibilmente nel periodo estivo. «È bene evidenziare che solo anno 2016 il distaccamento ha effettuato circa 1.000 interventi di soccorso nel territorio di sua competenza. La sede di Ancona è ubicata in pieno centro, più distante dai Comuni citati e con direttrici di traffico fortemente congestionate (centro città, via Flaminia, Torrette, ss76 etc) che comporterebbero un sensibile aggravio sui tempi d’intervento, maggiori disagi e eventuali pericoli ad essi connessi per i vigili stessi ed i cittadini tutti- conclude Giacanella-. Voglio sperare che le Autorità competenti ascoltino l’appello di una comunità che lotta e chiede solamente di poter preservare i livelli di sicurezza raggiunti». Il documento è stato presentato anche da Amo il mio Paese di Monte San Vito, Progetto Montemarciano e ApertaMente per Chiaravalle.