Dissesto stradale, Schiavoni (M5S): «Buche profonde e tombini intasati» (FOTO)

Botta e risposta in consiglio comunale tra la consigliera pentastellata che ha denunciato il pessimo stato in cui versa il manto stradale di alcune vie della città e l'assessore alle Manutenzioni del comune di Ancona Stefano Foresi

Via Andrea Costa

ANCONA Buche profonde, manto stradale dissestato e tombini intasati nelle vie Antinori, Moroder, Gigli e Costa. «I residenti delle vie Antinori, Moroder e Costa lamentano il pessimo stato di manutenzione delle vie – ha denunciato la consigliera Lorella Schiavoni (M5S), oggi durante la seduta del consiglio comunale – in particolare segnalano che in occasione dei lavori della fibra e successivamente dell’Enel hanno fatto più volte presente all’Amministrazione che il manto stradale presenta buche profonde, avvallamenti e dislivelli di qualche centimetro. Il dissesto è manifestato anche in prossimità dei marciapiedi. Per non parlare poi delle persone portatrici di handicap che, per parcheggiare e scendere dai veicoli nelle zone riservate, devono fare i conti, appunto, con il manto stradale dissestato mettendo a repentaglio la loro precaria stabilità».

Lorella Schiavoni, consigliere Movimento 5 Stelle

«All’incrocio tra via Moroder e via Gigli – ha spiegato la consigliera – nonostante la presenza di strisce pedonali con dosso, gli automobilisti continuano a parcheggiare agli angoli dell’incrocio creando difficoltà e pericoli. Le strisce andrebbero nuovamente imbiancate. I tombini sono perennemente intasati e, al normale flusso di acqua piovana, si aggiungono anche sabbia e fanghiglia che fuoriescono dal manto stradale aggravando la situazione».

Stefano Foresi, assessore alla Sicurezza

«Le vie sono state interessate da un intervento importante di Open Fiber – ha risposto l’assessore alle Manutenzioni Stefano Foresi – ho incontrato il direttore dei lavori e mi ha assicurato che dopo il 15 giugno inizierà il rifacimento dell’asfalto nei tratti dove sono stati effettuati gli scavi. Il ritardo è dipeso dal maltempo di maggio». In via Gigli «sono stati realizzati dei passaggi pedonali rialzati, dove il limite di velocità è 30 km/h e adesso gli automobilisti vanno più piano. Ci sono invece purtroppo alcune persone incivili che continuano a parcheggiare in prossimità delle strisce pedonali, quindi metteremo dei paletti per far sì che non lascino più lì le auto». Per quanto riguarda i tombini, «AnconAmbiente ha programmato gli interventi che effettuerà nella città quest’estate e, nella programmazione, sono compresi i tombini di queste vie».