Denuncia di aver smarrito i documenti ma viene arrestato. Nei guai un 33enne

Gli ufficiali di golizia giudiziaria di Ancona però hanno visionato le banche dati interforze: l'uomo era stato già arrestato per spaccio di droga nel 2016 e l'Autorità Giudiziaria, a seguito di una condanna, gli aveva imposto l'espulsione dal territorio italiano

La Questura di Ancona

ANCONA – Verso le ore 16.30 di ieri, mercoledì 18 settembre, si presentava all’ufficio denunce della Questura di Ancona un uomo, nigeriano, che chiedeva di sporgere una denuncia di smarrimento dei documenti d’identità tra cui il passaporto, la carta d’identità e il permesso di soggiorno.

Gli ufficiali di polizia giudiziaria però hanno visionato le banche dati interforze per verificare la posizione giuridica dell’uomo. Sono venuti a conoscenza che il premesso di soggiorno gli era stato revocato in quanto perchè aveva un passato di spacciatore di sostanze stupefacenti ed era stato arrestato, nel 2016, all’Hotel House di Porto Recanati.

Inoltre, l’Autorità Giudiziaria, a seguito di condanna, gli aveva imposto la misura di sicurezza dell’espulsione dal territorio italiano che però l’uomo non aveva mai messo in pratica.

O.U.D, nigeriano di 33 anni, è stato arrestato.