Deiezioni canine, obbligo di pulizia anche per quelle liquide. Sanzioni per i trasgressori

Una novità importante proposta dai Verdi di Ancona e approvata ieri (18 marzo) in Consiglio comunale. In pratica i possessori o conduttori degli amici a quattro zampe dovranno portarsi al seguito un apposito contenitore con acqua abbondante

Portici di Piazza Cavour

ANCONA- Deiezioni liquide negli spazi urbani, scatta l’obbligo di pulizia per i proprietari dei cani. Una novità importante proposta dai Verdi di Ancona e approvata ieri (18 marzo) in Consiglio comunale. In pratica, i possessori o conduttori di cani sono obbligati a pulire le deiezioni liquide con acqua abbondante che dovranno sempre portare in apposito contenitore, come peraltro già avviene con il sacchetto per le feci solide. Per i trasgressori sono previste delle sanzioni.

«Basta con cattivi odori! La mancanza d’igiene e la sporcizia contribuiscono al degrado urbano. Sempre più frequentemente i cittadini lamentano l’abbandono delle deiezioni solide dei cani sui marciapiedi e di quelle liquide su vetrine di negozi, portoni, abitazioni, automobili, panchine da parte di possessori che non le rimuovono né le puliscono- spiegano i Verdi-. La nuova prescrizione integra l’art. 30 (“Raccolta di deiezioni”) del Regolamento Comunale per la tutela del benessere degli animali e la loro convivenza con i cittadini, approvato nel 2017 sempre su iniziativa dei Verdi, estendendo alle feci liquide gli obblighi previsti per quelle solide. Questa è un’ulteriore azione per una migliore convivenza e per un maggior decoro urbano».

Dopo l’approvazione in Consiglio comunale, il sindaco Valeria Mancinelli dovrà provvedere ad emettere apposita ordinanza rafforzando le modalità di controllo ed indicando le relative sanzioni per i trasgressori.