Ancona-Osimo

Degrado sulla spiaggia del Passetto: rifiuti e frigoriferi abbandonati

Il consigliere Gianluca Quacquarini (M5S) denuncia la situazione in uno dei luoghi più suggesttivi di Ancona. E incalza la giunta Mancinelli

ANCONA – Decine di sacchi dell’immondizia, bidoni strapieni e vecchi frigoriferi abbandonati sotto l’ascensore e sulla spiaggia del Passetto. «Da dieci giorni la zona è piena di rifiuti che nessuno si cura di togliere – denuncia il consigliere Gianluca Quacquarini (M5S) – La spiaggia si è trasformata in una vera e propria discarica. Ora sono tutti concentrati sulla ruota panoramica che tornerà in piazza Cavour, mentre il degrado al Passetto e in molte altre zone della città avanza».

Gianluca Quacquarini, consigliere comunale del M5S

Da circa dieci giorni sulla spiaggia, nella zona sotto l’ascensore, ci sono vecchi frigoriferi arrugginiti, tubi, pezzi di legno, sedie e sdraio di plastica, in mezzo a decine di sacchi dell’immondizia e a bidoni stracolmi di rifiuti. «Si aspetta forse la prossima mareggiata così il mare porta via tutto?», chiede il consigliere.
«Crediamo e speriamo di no – continua – ma fare una camminata sulla spiaggia non rende onore a questo meraviglioso luogo. Questa è un’altra dimostrazione, se mai ce ne fosse ancora bisogno, che la città è lasciata da questa amministrazione nell’abbandono più assoluto in quasi tutto il suo territorio.

Vengono curati solo i posti delle prossime feste organizzate con grande spreco di risorse dei cittadini, per accrescere la popolarità della migliore sindaca del mondo. Finita l’estate, ora tutti a far splendere piazza Cavour e zone limitrofe, per il resto chi se ne frega? Tanto al mare non va più nessuno, chi si accorge? Eppure il Passetto è stato definito più volte “luogo dell’anima“».

«Due anni fa la festa in pompa magna per la fine della manutenzione e la riapertura dell’ascensore tra un fluttuare di luci – ricorda il consigliere – una ballerina trasportata da una mongolfiera e vari spettacoli. Prima dell’estate 2019 la grande festa con musica, palloncini e tanto altro per la fine dei lavori e la riapertura dei laghetti, che hanno già bisogno, dopo pochi mesi e una spesa molto elevata, di una manutenzione straordinaria perché i lavori sono stati eseguiti male.

Insomma il Passetto è lasciato al suo destino, non serve più come “arma di distrazione di massa” per nascondere le gravi mancanze di questa giunta. Va portata l’attenzione su altro, cosicché nessuno percepisca bene la decadenza che regna in questa città. Non sarebbe invece il caso di pulire quello scempio al Passetto, visto che molti anconetani scendono anche nei mesi più freddi in spiaggia per fare una passeggiata e godersi quel posto bellissimo? Lo spettacolo ora come ora non è dei migliori. Speriamo che sia ripristinata il prima possibile la decenza nel “luogo dell’anima”».

Alcune immagini dei rifiuti abbandonati al Passetto

Ti potrebbero interessare