Dall’aeroporto delle Marche si vola in Costa Smeralda. Da giugno la nuova rotta Ancona – Olbia

La Giunta regionale ha dato il via libera a sei bandi per servizi di promozione, comunicazione e marketing all’estero. Obiettivo: la destagionalizzazione e l’incremento dei flussi verso la regione attraverso il trasporto aereo

L'aeroporto R.Sanzio a Falconara
L'aeroporto R.Sanzio a Falconara

ANCONA – Dall’aeroporto delle Marche si vola in Costa Smeralda. Partirà a giugno 2020 il collegamento Ancona – Olbia operato dalla compagnia aerea Volotea. Ogni venerdì e domenica sarà possibile raggiungere la Costa Smeralda per un totale di 7.300 posti in vendita. Salgono così a 4 le rotte operate da Volotea ad Ancona, da cui è possibile decollare anche verso Palermo, Catania e Cagliari. Al Sanzio, da gennaio a settembre 2019, sono stati oltre 90.400 i passeggeri trasportati dal vettore a livello locale, il 34% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il vettore, poi, ha totalizzato ad Ancona un load factor del 95%. Per il 2020, infine, la compagnia scende in pista nelle Marche con un’offerta totale di 127.000 posti in vendita.

«Grazie al nuovo volo sarà possibile raggiungere ancora più comodamente la Sardegna per le vacanzecommenta Valeria Rebasti, Commercial Country Manager Italy & Southeastern Europe di Volotea -. Con il nostro poker di destinazioni da e per Ancona ci auguriamo di poter rafforzare il flusso turistico di passeggeri in partenza da Sicilia e Sardegna, desiderosi di visitare le Marche, per un soggiorno alla scoperta della Costa Adriatica e delle sue bellezze naturalistiche».

«Sono certo che l’avvio dei voli per la Sardegna ed in particolare per la Costa Smeralda, sia fortemente apprezzato dai nostri utenti e sono altrettanto soddisfatto della collaborazione di Aerdorica con Volotea, ormai consolidata da anni afferma l’Ingegner Bassetti, Amministratore delegato di Aerdorica, società che gestisce l’aeroporto di Ancona – Grazie a questo nuovo collegamento, i viaggiatori marchigiani e delle regioni limitrofe potranno raggiungere una regione ricca di grande fascino come la Sardegna e, allo stesso modo, i suddetti voli consentiranno di intensificare anche il flusso di visitatori incoming verso le Marche, regione che offre una serie di attrattive turistiche di primissimo livello».

E proprio mentre Aerdorica annuncia la nuova rotta per la Costa Smeralda, la Giunta regionale ha dato il via libera a sei bandi per acquisire servizi di promozione, comunicazione e marketing all’estero finalizzati alla destagionalizzazione e all’incremento del turismo nelle Marche attraverso i canali del trasporto aereo. È prevista anche l’eventuale apertura di nuove rotte aeree o il potenziamento di quelle già esistenti.

«A pochi mesi dall’importante risultato ottenuto con il salvataggio dell’aeroporto e dopo il recente e prestigioso riconoscimento della Lonely Planet continua la valorizzazione e la promozione del nostro territorio – spiega l’assessore al Turismo Moreno Pieroni -. La finalità dell’appalto è quella di promuovere la conoscenza della destinazione Marche attraverso il canale del trasporto aereo per incentivare l’arrivo di turisti ad oggi non ancora raggiunti o per modificarne le preferenze in termini di stagionalità. L’efficacia delle azioni di promo-commercializzazione messe in campo dovrà essere reale ed effettivamente misurabile in termini di ritorno dell’investimento per la Regione Marche. A tal fine, sarà utilizzato per la determinazione dell’effettivo rientro economico della Regione, il monitoraggio costante del numero di passeggeri in arrivo».

I mercati di riferimento sono sei, ognuno con un proprio bando aperto fino al 2021: Lotto 1: mercato di destinazione Londra (hub con interconnessioni internazionali ed intercontinentali); Lotto 2 : Gran Bretagna (esclusa Londra) / Irlanda; Lotto 3: Nord Europa (Finlandia, Norvegia, Svezia, Olanda, Danimarca, Germania); Lotto 4 Europa Orientale (Bulgaria, Ungheria, Romania, Polonia, Russia); Lotto 5: Europa occidentale (Spagna e Portogallo); Lotto 6: Balcani.
Alla procedura potranno partecipare le compagnie aree nazionali ed estere e/o raggruppamenti di compagnie aeree.