Ctr dei Vigili del fuoco, Signorini: «I falconaresi avvertono esalazioni, i controlli all’Api devono continuare»

Questa mattina il sindaco di Falconara ha partecipato alla riunione del Comitato tecnico regionale dei vigili del fuoco, convocata per esaminare i verbali dei sopralluoghi all’interno della raffineria del 5 e 31 luglio e del 7 agosto. Disposti nuovi sopralluoghi all’interno dello stabilimento petrolifero

La raffineria Api di Falconara Marittima
La raffineria Api di Falconara Marittima

FALCONARA MARITTIMA – Gli esiti dei controlli eseguiti all’interno della raffineria Api da parte del gruppo di lavoro incaricato dal Ctr per la verifica delle prescrizioni, non possono essere resi noti, perché sull’incidente che ha coinvolto il grande container del sito petrolifero sono in corso le indagini della Procura di Ancona. Lo fa sapere il sindaco Stefania Signorini che, questa mattina, ha partecipato alla riunione del Comitato tecnico regionale dei vigili del fuoco, convocata per esaminare i verbali dei sopralluoghi all’interno della raffineria del 5 e 31 luglio e del 7 agosto.

I monitoraggi erano stati eseguiti dal gruppo di lavoro formato dallo stesso Ctr, cui partecipa anche un ingegnere del Comune di Falconara, per accertare se l’azienda petrolifera si fosse adeguata alle prescrizioni impartite dopo l’11 aprile scorso, data dell’incidente al serbatoio TK61 che aveva provocato esalazioni di benzene avvertite anche oltre i confini comunali.

Il sindaco Stefania Signorini

«Auspico che i controlli all’interno della raffineria – dichiara la Signorini – da parte del gruppo di lavoro incaricato dal Ctr per la verifica delle prescrizioni, vengano continuati nel tempo, non solo a seguito dell’incidente al serbatoio TK61, ma anche in relazione alle esalazioni che si stanno attualmente registrando sul territorio di Falconara».

«C’è un grande impegno da parte del Ctr – continua la Signorini – per approfondire le situazioni e vigilare sulla sicurezza degli impianti, oltre che per migliorare la stessa sicurezza attraverso le prescrizioni. Il gruppo di lavoro, cui partecipa per la prima volta anche un tecnico del Comune, ha individuato ulteriori prescrizioni e verranno effettuati ulteriori sopralluoghi».