Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Corinaldo: a Torrette c’è il quinto risveglio dal coma

Sono 5 i ragazzi usciti finora dal coma ed estubati, due restano ancora in gravi condizioni. Intanto lavora senza sosta la macchina del supporto psicologico

ANCONA – Un altro ferito grave della tragedia di Corinaldo si è risvegliato poche ore fà all’Ospedale di Torrette.

Sono 5 i ragazzi usciti fin’ora dal coma ed estubati. Le loro condizioni sono in miglioramento, mentre restano gravi purtroppo quelle degli altri due feriti, ricoverati uno nella Rianimazione Clinica e l’altro nella Divisione.

Intanto sta lavorando a pieno regime e senza sosta la macchina del supporto psicologico, messa in moto a livello regionale per assistere i feriti, le famiglie e i ragazzi che erano presenti alla Lanterna Azzurra. Sono oltre 50 gli psicologi che stanno gestendo l’emergenza, tra professionisti delle Aree Vaste, ospedalieri, appartenenti al servizio di soccorso regionale, alla centrale operativa del 118, all’Anpas, alla Croce Rossa Italiana e all’ARES, oltre ai numerosi psicologi liberi professionisti che si sono messi a disposizione per lavorare in ambito scolastico nelle varie città.

Al momento il lavoro sui ragazzi che hanno assistito all’evento si sta concentrando sul supporto psicosociale perché non sono ancora in grado di affrontare un lavoro di tipo psicoterapeutico, spiega la dottoressa Giorgia Cannizzaro, coordinatrice regionale del servizio emergenza di Torrette. Stiamo accogliendo le famiglie fornendo loro un supporto anche per quanto riguarda i comportamenti da tenere con i ragazzi, spiega la dottoressa Cannizzaro. Cessata l’emergenza gli psicologi dovranno confrontarsi con le eventuali derive di tipo psicologico che potranno emergere nel corso del tempo.