La obbliga a prostituirsi e la minaccia con della benzina. Nei guai il compagno

È accaduto ad una donna italiana. Una vita di coppia, quella della giovane, fatta di soprusi e violenza domestica verbale e fisica. La denuncia alla Polizia di Ancona ha fatto cessare i continui maltrattamenti

La Questura di Ancona

ANCONA – La minaccia di morte, la picchia e la costringe a prostituirsi. Una volta poi l’ha anche cosparsa di benzina. È accaduto ad una donna italiana. L’aguzzino, il suo compagno, un uomo di origine rumena. Dopo l’ennesima violenza la giovane però decide di denunciare tutto alla Polizia e per l’uomo, le iniziali sono G.T.S., è stato emesso dal gip di Ancona un divieto di avvicinamento.

Una vita di coppia, quella della giovane, fatta di soprusi e violenza. Lui spesso era ubriaco. La costringeva a prostituirsi e pretendeva per sè tutti gli incassi. In uno degli innumerevoli episodi di violenza, l’uomo, in stato psicofisico alterato, dopo averle sottratto le chiavi dell’auto minacciava di investirla avendo preso la guida della vettura.

Le attività investigative condotte dalla Squadra Mobile hanno permesso di ricostruire tanti altri episodi di violenza domestica tra i quali le minacce di morte nei confronti della donna qualora avesse chiamato la Polizia. In uno poi l’indagato, dopo essere ritornato a casa con un amico, entrambi erano ubriachi, ha colpito con un forte schiaffo la compagna perché si era rifiutata di pulire la cucina dove aveva vomitato.

Un’altra volta l’uomo l’ha presa a schiaffi e a calci nel sedere, le ha tirato i capelli, strattonandola fino a farla cadere a terra. Più volte l’ha minacciata di spaccarle e bruciarle la casa e la macchina; in una occasione l’ha cosparsa di benzina e, soltanto grazie all’intervento di alcuni familiari, si è evitata la tragedia.