Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Telefona e scappa con lo smartphone prestato, denunciato 25enne

Il fatto risale allo scorso dicembre, quando un uomo decide di dare un passaggio in auto al giovane, accompagnandolo dalla zona Piano San Lazzaro alla zona Archi di Ancona. Dopo il furto del telefonino la "vittima" ha subito denunciato l'accaduto. Da qui sono partite le indagini dei poliziotti della Squadra Mobile

ANCONA – Gli dà un passaggio in auto e gli presta il cellulare per una telefonata veloce, ma lui non ricambia la cortesia, anzi ruba lo smartphone. Denunciato questa mattina, dopo una perquisizione domiciliare, un ragazzo di 25 anno, straniero già noto alle forze dell’ordine. Il telefono infatti è stato recuperato dagli agenti della Squadra Mobile, Sezione Furti e rapine nell’abitazione del giovane, ad Ancona in zona Grazie.

Il fatto risale allo scorso dicembre. Un cittadino italiano di Ancona decide di dare un passaggio a bordo della sua autovettura al 25enne, accompagnandolo dalla zona Piano San Lazzaro alla zona Archi. Una volta giunti a destinazione, prima di scendere, il 25enne però chiede al conducente di poter utilizzare il suo cellulare per una chiamata, in quanto il proprio era scarico. Appena preso il telefono il ragazzo è sceso dall’auto come per cercare intimità nella conversazione ma, il suo intento era ben diverso, in quanto, di lì a poco, il malfattore si è dileguato, rubando il telefono di ultima generazione che, il malcapitato, aveva acquistato il giorno prima al prezzo di 500 euro.

La “vittima” sporge subito denuncia negli uffici di via Gervasoni. Questo ha fatto scattare  un’attività investigativa da parte dei poliziotti della Squadra Mobile che, coordinati dalla Procura della Repubblica sono riusciti a localizzare il cellulare nell’abitazione del 25enne in zona Grazie. Questa mattina, martedì 26 febbario, gli agenti della squadra Mobile dorica hanno dato corso al decreto di perquisizione emesso a carico dell’indagato rinvenendo nella camera da letto lo smartphone rubato lo scorso dicembre. Il cellulare è stato sequestro e poi riconsegnato al proprietario, mentre il responsabile denunciato alla Procura di Ancona.