Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Giovane pestato dal branco: in 4 contro di lui con polvere al peperoncino e spranga di ferro

L’aggressione è accaduta ieri vicino a una scuola a sud di Ancona. Arrestati per rapina aggravata in concorso tra loro e lesioni personali aggravate dei ragazzi tutti di origine asiatica ma regolarmente residenti nel capoluogo. Ecco come si sono svolti i fatti

ANCONA – In quattro contro uno. Un ragazzo è stato aggredito da quattro giovani di origine asiatica che gli hanno gettato in faccia polvere al peperoncino, lo hanno circondato e percosso a terra con una spranga di ferro lunga circa 70 cm. e una bottiglia di vodka vuota, e gli hanno rubato il cellulare. I quattro aggressori sono stati arrestati per rapina aggravata in concorso tra loro e lesioni personali aggravate.

L’aggressione è accaduta ieri, verso le 13.45, quando gli agenti delle Volanti della Questura di Ancona sono intervenuti vicino a una scuola a sud di Ancona, dove era stata segnalata un’aggressione in strada. I poliziotti dopo aver raggiunto la vittima, un giovane maggiorenne che era riuscito a fuggire e si era rifugiato nell’istituto scolastico, hanno appurato che gli aggressori, conosciuti dalla stessa vittima, si erano allontanati su un autobus diretto alla stazione. Immediatamente alcuni agenti sono andati in piazza Rosselli dove, una volta giunto l’autobus, sono riusciti a fermare i quattro giovani grazie alle precise descrizioni dei loro abbigliamenti fornite da alcuni testimoni.

I quattro giovani, tutti di origine asiatica ma regolarmente residenti ad Ancona, sono stati subito sottoposti ad un accurato controllo nel corso del quale i poliziotti hanno trovato, nascosta dietro la schiena e sotto il giubbino di uno di loro, una spranga di ferro di circa 70 cm. Nelle tasche di un altro dei quattro, gli agenti hanno invece scoperto e sequestrato residui di polvere al peperoncino che lo stesso giovane aveva gettato poco prima in faccia alla vittima con il chiaro intento di stordirla. Le immagini del sistema di videosorveglianza della scuola, visionate dagli agenti, infatti non hanno lasciato dubbi.

Il giovane aggredito, un italiano maggiorenne residente ad Ancona, si trovava fuori dall’istituto in attesa dell’uscita del fratello quando, visti due dei suoi aggressori, si era avvicinato a loro forse per chiarire vecchi rancori. Subito però era stato aggredito e inseguito. I quattro giovani, dopo avergli gettato in faccia la polvere al peperoncino, lo hanno circondato e percosso anche a terra con la spranga di ferro e una bottiglia di vodka vuota appositamente e premeditatamente occultate.

Non solo. I quattro avevano anche rubato il cellulare alla vittima, in quanto è stato rinvenuto dagli agenti in possesso degli aggressori. La vittima, successivamente refertata al pronto soccorso dell’ospedale regionale di Torrette per ferite lacero contuse guaribili in 10 giorni, ha sporto denuncia presso gli Uffici della Questura di Ancona.