Falconara, in manette ex calciatore ungherese. Doveva scontare 8 anni di carcere

Arrestato in piazza Europa un 28enne di origini africane, sul quale gravava un mandato di arresto europeo per associazione a delinquere e riciclaggio. Il giovane aveva giocato nella Szazhalombatta e nell'Inter CDF

Immagine di repertorio

FALCONARA – Arrestato in piazza Europa un 28enne nigeriano. Si tratta di un ex calciatore professionista ungherese, sul quale spiccava un mandato d’arresto europeo per reati di associazione a delinquere e riciclaggio, commessi nel 2015.

È successo ieri sera, 22 ottobre, a Falconara, quando i carabinieri hanno controllato il giovane di origine africana. In tasca aveva 3 grammi di hashish e uno spinello. Sembrando troppo nervoso, i militari hanno consultato la banca dati della polizia, scoprendo che sul soggetto spiccava un mandato d’arresto europeo per reati di associazione a delinquere e riciclaggio, commessi in Ungheria nel 2015, con una reclusione di 8 anni.

In via Isonzo sono quindi scattate le manette per il 28enne, professionista nel calcio ungherese, che aveva giocato nel 2014 nel Szazhalombatta e nel 2015 nell’Inter CDF (Internationale Club De Football Sport Egyesulet).

Il giovane, durante la sua carriera, si era legato a figure criminali di spicco per conto delle quali si era prestato ad una serie di traffici bancari illeciti.

L’uomo si trova nel carcere di Montacuto, a disposizione del Presidente della Corte di Appello di Ancona in attesa delle decisioni dello stato ungherese.