Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Bus imbrattati, individuato uno dei writers

È un 27enne che abita a Monte San Vito. I carabinieri sono risaliti a lui grazie alle telecamere in dotazione sui mezzi Conerobus. Il giovane è responsabile dell'episodio del 29 agosto, nella tratta Chiaravalle-Falconara. Dovrà rispondere di deturpamento e imbrattamento di cose altrui

Il 27enne in azione sorpreso dalle telecamere all'interno del mezzo
Il 27enne in azione sorpreso dalle telecamere all'interno del mezzo

ANCONA – Ha 27 anni ed è residente a Monte San Vito. È uno dei writers responsabili di aver imbrattato con delle scritte gli autobus della Conerobus. A lui sono arrivati i carabinieri della Compagnia di Ancona, guidati dal capitano Fabio Ibba. Al giovane è stato attribuito l’episodio del 29 agosto, avvenuto nel tardo pomeriggio, lungo la linea Chiaravalle-Falconara. Ad incastrarlo sono state le telecamere in dotazione al mezzo pubblico e che l’azienda Conerobus aveva messo subito a disposizione dell’Arma.

Attraverso la visione di quei filmati i carabinieri sono riusciti, con una meticolosa attività di indagine, a risalire al 27enne e ad associare a lui le generalità che hanno permesso di rintracciarlo e denunciarlo per deturpamento e imbrattamento di cose altrui. Un reato per il quale è prevista una pena fino ad un massimo di 6 mesi di reclusione e del pagamento di una multa variabile dai 300 a mille euro oltre alla ripulitura dei luoghi deturpati in caso di condanna. Il triste fenomeno delle scritte sui bus era esploso a fine agosto è durato fino ai primi di settembre. Numerose scritte in rosso e in nero e scarabocchi erano apparsi sui sedili e sulla carrozzeria interna degli autobus e sulla pavimentazione. L’individuazione è stata resa possibile grazie alla collaborazione dei dirigenti dell’azienda di trasporto che sin dall’inizio hanno collaborato con gli inquirenti. I carabinieri sono ora alla ricerca dei responsabili di altri sette episodi.