Bomba day: divieto di sosta davanti alla stazione di Falconara

Per consentire la sosta degli autobus sostitutivi, con un’ordinanza dirigenziale, il comune ha disposto il divieto di sosta dalle 8 alle 20 nel lato mare di via Flaminia, nel tratto compreso tra le vie Cairoli e Fratti. Ad Ancona sospesa la raccolta differenziata

Stazione di Falconara
Stazione di Falconara

ANCONA – La macchina comunale sta lavorando a ritmi serrati per prepararsi a domenica 20 gennaio, giornata in cui verranno effettuate – ad opera degli artificieri dell’Esercito italiano- la bonifica e la rimozione dell’ordigno bellico ritrovato in zona Archi/Stazione. Le operazioni di sgombero cominceranno alle ore 5 per terminare entro e non oltre le ore 8, per permettere agli artificieri di cominciare l’opera di disinnesco e trattamento dell’ordigno alle ore 9.

L’operazione interessa 12mila persone che dovranno lasciare le loro abitazioni, attività commerciali, luoghi di lavoro, liberando completamente la “zona rossa”, (compresa tra Porta Pia, stazione ferroviaria/via Berti, Piazza Ugo Bassi / piazzale Camerino e zona Regione Marche) tra le ore 8 e le 19 circa. La raccomandazione per tutti è di allontanarsi dalla zona rossa la sera precedente trovando ospitalità da parenti, amici o fuori porta. Per chi non potrà andare da parenti o amici, sono disponibili tre centri di accoglienza aperti: PalaPrometeo Estra, Palascherma e Palabrasili raggiungibili con mezzi propri o di trasporto pubblico gratuito (Conerobus) che faranno capo ai 5 punti di raccolta individuati nelle zone in cui l’area è stata suddivisa.

Venerdì 18 e sabato 19 verranno effettuati materialmente gli allestimenti al PalaPrometeo, al Palascherma e al Palalabrasili: dopo la pulizia dei siti verranno coperti e messi in sicurezza i campi da gioco, saranno allestiti i punti di rifornimento di acqua e consegnati fasciatoi per neonati e lettini per fare stendere persone con difficoltà fisiche-motorie. Nei centri non verranno distribuiti pasti. Il centro supplementare di accoglienza, la Sala polifunzionale dell’Università Politecnica, sarà aperto nelle prime ore di domenica e resterà a disposizione per alcune ore per eventuali necessità imprevedibili.

Anche i mezzi di AnconAmbiente non potranno accedere all’interno della “zona rossa”, pertanto sarà sospeso, in tutta la città, il servizio di raccolta differenziata. L’azienda invita gli utenti a esporre i propri rifiuti (in base al calendario di zona) entro e non oltre le ore 13 di sabato 19 gennaio, e a non conferire alcun tipo di rifiuto nella giornata di domenica 20. Tutti i servizi operativi dell’azienda saranno poi ripristinati in maniera ordinaria una volta terminate le operazioni di bonifica.

La stazione di Ancona rientra nella zona rossa da evacuare e, domenica 20 gennaio dalle 9 alle 19 circa, sarà sospesa la circolazione ferroviaria fra Falconara e Varano, sulla Linea Adriatica. I treni regionali saranno cancellati fra Falconara e Ancona e tra Ancona e Varano. I treni della Lunga Percorrenza saranno limitati a Falconara, Loreto, Civitanova e Pescara. Per garantire la mobilità saranno a disposizione autobus sostitutivi tra le stazioni di Falconara e Varano/Loreto. A causa della contemporanea sospensione del traffico stradale, gli autobus sostitutivi non effettueranno la fermata ad Ancona.

Proprio per consentire la sosta degli autobus sostitutivi, con un’ordinanza dirigenziale emessa ieri, martedì 15 gennaio, il comune di Falconara ha disposto il divieto di sosta dalle 8 alle 20 nel lato mare di via Flaminia, nel tratto compreso tra le vie Cairoli e Fratti. Stando a quanto emerso ieri nel corso di un incontro in Prefettura alla stazione ferroviaria arriveranno a Falconara 17 treni. Rfi ha stimato la presenza massima in contemporanea di sei bus sostitutivi a Falconara: uno o due autobus fissi di riserva e fino a quattro mezzi in turn-over per i transiti. Oltre al servizio del trasporto sostitutivo, lo spazio interdetto alla sosta sarà riservato al personale Rfi che dovrà curare i servizi straordinari dei treni e della stazione ferroviaria, dando indicazioni ai passeggeri sui mezzi sostitutivi, sul traffico ferroviario e su tutte le altre necessità. «Mi rivolgo direttamente ai cittadini – è l’invito dell’assessore alla Viabilità Clemente Rossi – affinché osservino tassativamente il divieto in vigore nell’area della stazione, in modo da non intralciare i servizi in una situazione già complessa».

Domenica 20 gennaio, il Centro Operativo Comunale (COC) sarà aperto dalle 4.30 presso il Comando della Polizia municipale e ospiterà anche la Croce Gialla, mentre la Sala Operativa Integrata – SOI – con l’Unità di crisi sarà operativa presso il Comando dei Vigili del Fuoco dalle ore 5 in concomitanza con le operazioni di evacuazione, che termineranno attorno alle ore 19 (con possibilità di anticipo). L’Ufficio Comunicazione / URP sarà attivo dalle ore 5 fino al termine delle operazioni, rispondendo ai numeri di telefono 800 653413 e 071.222 2323.