Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona, sequestrate armi rubate, trovate vicino al cimitero del Pinocchio

Si tratta di due fucili e quattro coltelli. Nel frattempo ci sono truffatori che chiamano i cittadini per avvertirli che consegneranno delle mascherine. La Polizia locale: «Attenzione alle truffe»

Le armi sequestrate

ANCONA – Sequestrati due fucili e quattro coltelli, provento di furto, trovati in un armadio di ferro blindato, in un boschetto vicino al parcheggio del cimitero del Pinocchio. Le armi, rinvenute oggi pomeriggio grazie al presidente della Croce Rossa che passava in quella zona, erano state rubate lo scorso luglio e, successivamente, abbandonate in questo luogo. Gli agenti della polizia locale sono subito intervenuti sul posto e hanno provveduto al sequestro delle armi e a tutti gli accertamenti del caso. Il fatto è stato segnalato alla Procura della Repubblica.

Il Comando della Polizia locale inoltre informa che diversi cittadini stanno ricevendo delle telefonate di truffatori che avvertono la cittadinanza che nella giornata di domani saranno consegnate mascherine – due per ogni famiglia – agli anconetani da parte del Comune. Il messaggio telefonico tra l’altro invita i cittadini a non telefonare al Comune per chiedere precisazioni al riguardo, perché la distribuzione potrebbe riguardare più quartieri e avere tempi più lunghi. Il comando precisa che questo non è vero e che si tratta di una truffa.