Raffica di controlli nel weekend, due persone denunciate

Ottantasette le persone identificate, 47 i veicoli ispezionati e 6 le sanzioni per violazioni del Codice della Strada, una ventina gli interventi tra schiamazzi, liti e falsi allarmi. Le Volanti della Questura dorica hanno passato al setaccio Collemarino, Torrette e Piano San Lazzaro

Le volanti durante i controlli

ANCONA – Inizio del weekend all’insegna dei controlli della Polizia di Stato. Da ieri pomeriggio (21 giugno) fino a tarda notte, le Volanti della Questura di Ancona, supportate dalle unità cinofile antidroga, hanno passato al setaccio i quartieri di Collemarino, Torrette e Piano San Lazzaro, nell’ambito di un’azione di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti e alla clandestinità, fortemente voluta dal Questore Claudio Cracovia. Due persone sono state denunciate, una delle quali è stata anche allontanata da Ancona.

87 le persone controllate, 47 i veicoli ispezionati e 6 le sanzioni al Codice della Strada elevate per uso del telefono cellulare alla guida e mancato utilizzo della cinture di sicurezza. Una ventina gli interventi eseguiti per falsi allarmi, persone sospette, liti, rinvenimenti di oggetti smarriti, passi carrabili ostruiti da veicoli, feste in casa e schiamazzi.

Intorno all’una di notte, una pattuglia delle Volanti in servizio all’uscita del Casello autostradale Ancona Sud ha fermato un 50enne anconetano alla guida di una grossa autovettura. Durante le perquisizione gli agenti hanno trovato a bordo, nel sedile del conducente, una dose di cocaina che l’uomo aveva provato a nascondere senza riuscirci. Il 50enne è stato denunciato e gli agenti hanno sequestrato la droga e sospeso la patente.

Un’altra squadra è intervenuta in via Novelli per schiamazzi provenienti da un appartamento, dove alcune persone, al termine di una festa di compleanno, si erano fermate a parlare in una terrazza della casa.

Intorno alle 20 gli agenti sono intervenuti all’ospedale di Torrette, dove un nigeriano di 37 anni era andato in escandescenza perché pretendeva di essere messo a conoscenza delle terapie e cure prestate ad una persona con la quale non aveva alcun rapporto di parentela. Privo di documenti d’identità, è stato accompagnato in Questura e denunciato.

Nel pomeriggio di ieri, intorno alle 17, a Collemarino gli agenti hanno notato un 37enne polacco che stazionava con fare sospetto in via Saragat. All’uomo trasandato, con capelli lunghi e una folta barba, i poliziotti hanno chiesto i documenti, ma dal momento che non li aveva con sé è stato accompagnato in Questura dove è emerso che aveva precedenti penali anche per reati contro il patrimonio. Nei suoi confronti è stato emesso un foglio di via obbligatorio dal Comune di Ancona.