Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Maxi controlli della Polfer, denunciato un camerunense

L'uomo, che viaggiava a bordo di un treno regionale privo di biglietto, ha fornito un nome falso, opposto resistenza e minacciato i poliziotti

Agenti Polfer in servizio alla stazione di Ancona

ANCONA – È stata una settimana di maxi controlli quella appena trascorsa nelle stazioni e a bordo dei treni di Marche, Umbria e Abruzzo. Gli agenti del Compartimento di Polizia Ferroviaria per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo, hanno identificato 1.531 persone ed eseguito servizi di vigilanza e scorta a bordo di treni viaggiatori in 277 stazioni ferroviarie, con 138 convogli scortati, 21 pattuglie automontate. Una serie di controlli capillari che hanno portato alla denuncia di 4 persone e a 4 contravvenzioni per infrazioni al regolamento dei trasporti e al codice della strada. Questo il bilancio dell’attività del Compartimento Polizia Ferroviaria per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo nel corso della settimana appena trascorsa.

Un cittadino camerunense che viaggiava a bordo di un treno regionale, è stato denunciato dalla Polfer per essersi rifiutato di fornire le proprie generalità, per falsa attestazione di identità, resistenza e porto abusivo di oggetti atti ad offendere. L’uomo, privo di biglietto ha fornito un nome falso  al capo treno, per poi opporre resistenza agli agenti Polfer intervenuti all’arrivo del treno in stazione ad Ancona. Poliziotti che l’extracomunitario ha anche minacciato.