Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Controlli straordinari del territorio, la Polizia torna anche sotto il ponte di Vallemiano

Sotto il cavalcavia dove nei giorni scorsi è stato scoperto un bazar della droga e una donna è stata aggredita, gli agenti di Ancona non hanno trovato nessuno se non i resti dei bivacchi: materassi, sedie, vestiti, tricicli e sporcizia

ANCONA- I poliziotti sono tornati sotto il ponte di via Paolucci, a Vallemiano. Alcuni giorni fa gli agenti delle Volanti hanno scoperto un bazar della droga mentre un paio di settimane fa, una giovane tunisina è stata aggredita. Stava quasi per essere violentata da uno straniero se non fosse stato per l’intervento dei residenti. Quel luogo, tra via Paolucci e via Fano è spesso utilizzato come dimora dai senza tetto. Gli agenti non hanno trovato nessuno se non i resti dei bivacchi: materassi, sedie, vestiti, tricicli e sporcizia. La Polizia ha prontamente avvisato gli enti preposti per ripulire l’area.

Da ieri (29 giugno) intorno alle 19, sono iniziati i controlli straordinari disposti dal Questore Oreste Capocasa sul territorio dorico e sulla costa. In questo periodo infatti, sono molti i cittadini che lasciano le proprie abitazioni per passare la giornata al mare. I posti di controllo sono stati effettuati anche con l’ausilio delle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine di Perugia. In totale sono state controllate 57 autovetture e 90 persone, di cui 21 con precedenti di Polizia.

La Polizia in via Marconi, quartiere Archi, Ancona

Controlli anche all’ingresso e all’uscita della città per monitorare il flusso di auto e persone che entrano nel territorio. In particolare, quattro giovani sorpresi in auto in zona duomo per consumare lo stupefacente sono stati denunciati. Inoltre, sono state eseguite tre perquisizioni sul posto nei confronti di alcune persone con precedenti. Gli equipaggi delle Volanti e del Reparto Prevenzione hanno anche raggiunto alcuni negozianti, in particolare in zona centro, zona archi e all’interno degli esercizi commerciali, per ascoltarli e condividere con loro momenti di vicinanza.