Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Ancona, arrestato per violenza sessuale, atti persecutori e spaccio di droga

A mettergli le manette ai polsi le volanti della polizia coordinate da Cinzia Nicolini. Era da tempo che l'uomo era sotto osservazione da parte delle forze dell'ordine. Ora è ai domiciliari

ANCONA – Violenza sessuale aggravata, atti persecutori nel confronti di una ragazza e dei suoi familiari e spaccio di droga. Sono le pesanti imputazioni a carico di un 33enne di origini napoletane che due giorni fa, 3 ottobre, è stato arrestato dalla squadra mobile di Ancona, coordinata dalla Procura della Repubblica.

In uno degli episodi accertati dalla polizia di stato, l’uomo, E.D., aveva minacciato di morte i familiari della vittima e per questo, i poliziotti, a seguito di una perquisizione, gli hanno trovato in casa una pistola ad aria compressa priva di tappo rosso, sequestrata e messa a disposizione dell’autorità giudiziaria per gli accertamenti balistici del caso.

L’attività investigativa della Polizia è stata avviata l’estate scorsa con l’intervento di una volante, successivamente a un alterco tra l’indagato e i familiari della vittima di atti persecutori, una giovane italiana, che si opponevano a quel rapporto. Il quadro indiziario ha permesso di applicare i domiciliari. Ieri pomeriggio, dopo essere stato rintracciato, il 33enne è stato arrestato dagli agenti e adesso è nella sua casa, a disposizione del giudice.