Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

230 persone identificate e 40 scali controllati. Ecco i numeri di “Stazioni sicure”

In quella di passo Varano ad Ancona dalla polizia ferroviaria sono stati sorpresi quattro ragazzi che, con bombolette spray e vernice, erano intenti a tracciare scritte sui muri e sui treni in sosta. Sono stati tutti denunciati

ANCONA – Oltre 230 persone identificate, 100 bagagli ispezionati, 40 stazioni controllate. È questo il bilancio dell’operazione “Stazioni sicure”, che si è svolta ieri, giovedì 21 giugno, dal Compartimento Polizia Ferroviaria per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo su disposizione del Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Obiettivo: garantire maggiore sicurezza sia nelle stazioni ferroviarie sia a bordo dei convogli.

L’operazione ha visto impiegate decine di operatori coadiuvati sia da unità cinofile (antidroga e antiesplosivo) sia da pattuglie che hanno vigilato gli scali ferroviari dove non c’è un presidio fisso della PolFer. Durante uno di questi controlli una pattuglia ha sorpreso, nella stazione di Ancona Passo Varano, quattro ragazzi che, con bombolette spray e vernice, erano intenti a tracciare scritte sui muri della stazione e sui treni in sosta: tutti e quattro sono stati denunciati per danneggiamento e potranno essere obbligati a ripulire quanto sporcato.

L’operazione “stazioni sicure” è la prima di una serie di iniziative che, durante il periodo estivo, saranno attuate dalla Polizia Ferroviaria, a garanzia della sicurezza di tutti coloro che sceglieranno il treno per recarsi in vacanza.