Donata alla Croce Gialla di Ancona una seggiola per trasportare disabili

Le associazioni Centro H e Libera Comunità in cammino hanno raccolto i fondi in memoria di Roberto Cosoli, scomparso il mese scorso. I militi si erano occupati del suo trasporto per 20 anni, accompagnandolo in ospedale e al lavoro

La seggiola elettrica
La seggiola elettrica

ANCONA – Una seggiola per il trasporto dei disabili lungo le scale. È questo il dono che il Centro H di Ancona (l’associazione in via Mamiani che offre servizi alle persone con handicap) e la Libera Comunità in Cammino (l’associazione in via Vasari che aiuta le persone con disabilità) hanno voluto fare alla Croce Gialla anconetana.

Per la donazione sono stati raccolti quasi 5 mila euro. L’obiettivo dell’iniziativa è ricordare Roberto Cosoli, il vice presidente del Centro H scomparso nel marzo scorso. La seggiola elettrica è stata donata alla Croce Gialla di Ancona in segno di ringraziamento per la dedizione, l’impegno e la cura, prestati per oltre 20 anni nel trasportare Cosoli in ospedale e agli uffici dell’anagrafe del Comune di Ancona dove prestava servizio.

La consegna sabato 13 aprile a Colle Ameno, ad Ancona, in occasione del tradizionale pranzo per lo scambio degli auguri di Pasqua. Alla cerimonia hanno partecipato tra gli altri il presidente della Croce Gialla, Alberto Caporalini, il direttore di sede, Sauro Giovagnoli, il presidente del Centro H, Enzo Baldassini, l’assessore alla Partecipazione Democratica, Stefano Foresi, e la mamma di Roberto Cosoli, Cesarina Lucchetti.

Mamma Cesarina, nel ricordare il figlio, ha sottolineato lo stretto legame con i militi della Croce Gialla: «Ogni volta che tornava a casa dal lavoro, il suo pensiero era per questi volontari costretti a fare su e giù per le scale con la seggiolina. Roberto dall’alto del cielo sarà contento di questa donazione che andrà ad aiutare i volontari della Croce Gialla di Ancona nel trasporto dei disabili».