Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Covid ed elezioni, Storti: «Nelle Marche scrutatori a domicilio per chi è in quarantena e in isolamento»

Il Direttore Generale Asur Marche spiega che per votare da casa è necessario richiedere un certificato di voto: sul sito dell'azienda sanitaria è presente il link per richiederlo alle prefetture e ai comuni

Voto “a domicilio” per chi è positivo al Covid e deve osservare la quarantena e per chi si trova in isolamento domiciliare poiché contatto stretto di un contagiato.

Ecco come richiedere il certificato per esercitare il proprio diritto di voto nei giorni 20 e 21 settembre, date in cui si terranno il referendum per la riduzione dei parlamentari, le elezioni regionali per scegliere il nuovo governatore della Regione Marche e le amministrative in 17 comuni della nostra regione.

«Chi si trova ricoverato in ospedale ha lì i seggi per poter votare mentre chi è positivo e si trova in isolamento domiciliare – e comunque tutti i contatti stretti di contagiati che devono osservare l’isolamento – avranno la possibilità di votare da casa – spiega la dottoressa Nadia Storti, direttore generale dell’Asur Marche -. Gli scrutatori del seggio infatti, dopo aver seguito un corso di formazione e di preparazione, si recheranno a casa del votante che potrà così esercitare il proprio diritto. La scheda del voto sarà poi riconsegnata agli scrutatori che la porteranno al seggio di riferimento».

Per chi si trova in isolamento come è possibile fare richiesta?
«Basta collegarsi al sito dell’Asur e compilare il modulo online che viene poi inviato alle varie Prefetture e ai comuni per richiedere il certificato e il conseguente invio degli scrutatori – di cui fanno parte addetti alla Protezione civile e operatori sanitari – a casa. La nostra Asur ha prorogato la possibilità di richiesta del certificato per votare fino a sabato (domani, ndr.)».

Di seguito il link al modulo di compilazione online per richiedere il certificato dell’esercizio domiciliare del voto: CLICCA QUI