Ad Ancona il corso sul BIM, sistema digitale innovativo del settore delle costruzioni

Sarà attivo da settembre a dicembre e offrirà un percorso formativo altamente professionalizzante per chi opera nel campo edile

BIM
Ancona, la presentazione della nuova metodologia (BIM) per la gestione delle opere edili

ANCONA – Ad Ancona sarà attivo da settembre a dicembre un corso formativo altamente professionalizzante per chi opera nel settore delle costruzioni. Nei giorni scorsi, infatti, la Facoltà di Ingegneria di Univpm, l’Ordine degli Ingegneri della provincia di Ancona e la Federazione degli Ordini degli Ingegneri delle Marche hanno presentato il corso dedicato al BIM (Building Information Modelling), strumento che attraverso una rappresentazione digitale condivisa di un’opera edile o infrastrutturale ne facilita la gestione in tutte le fasi, dall’ideazione, alla progettazione, costruzione e nell’intero suo ciclo di vita.  L’introduzione graduale del BIM nella gestione dei lavori pubblici è stata resa obbligatoria dal D.M. 560/2017.

L’uso del BIM porterà a maggiore efficienza complessiva, elevata qualità dei prodotti, procedure di lavoro codificate e tracciate, che andranno a vantaggio sia dei committenti che dei professionisti e degli operatori dell’industria delle costruzioni.

L’accesso al corso consentito solo a chi è in possesso di una laurea V.O, laurea specialistica o laurea magistrale. Sono ammessi sino a un massimo di 48 allievi di cui 24 (e comunque non oltre il 50%) riservato agli iscritti agli Ordini degli Ingegneri della Regione Marche. Le domande di partecipazione possono essere presentate dal 2 maggio al 7 giugno.

«Il corso di perfezionamento ha lo scopo di offrire una proposta formativa altamente professionalizzante per coloro che operano nel settore delle costruzioni e si inserisce nello sviluppo di quei processi di integrazione delle tecnologie digitali all’interno del comparto volti a migliorarne l’efficienza e ad accrescere la qualità del prodotto», hanno spiegato Berardo Naticchia (Facoltà di Ingegneria, Coordinatore del Corso di Perfezionamento) e Alessandro Carbonari (Facoltà di Ingegneria, Membro del Comitato Ordinatore). «Più in dettaglio, questo corso è stato ideato per presentare il BIM sia come strumento per la rappresentazione digitale delle caratteristiche geometriche, fisiche e funzionali di opere di costruzione, sia come strumento per il miglioramento dei processi di progettazione, esecuzione e gestione operativa delle costruzioni».