Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Coronavirus, manovra da 13 milioni per l’economia delle Marche. Bora: «È solo l’inizio»

Il pacchetto anticipa un piano di misure a sostegno delle piccole e medie imprese. Liquidità attraverso credito diretto fino a 40 mila euro senza istruttoria

L'assessora regionale Manuela Bora

ANCONA – Ammontano a 13 milioni di euro le risorse regionali per interventi a sostegno delle imprese marchigiane colpite dal blocco produttivo imposto per contrastare la diffusione dell’epidemia di Coronavirus. Ad annunciare la manovra è l’assessora all’Industria della Regione Marche Manuela Bora. «Si tratta di fondi che dovranno generare oltre 50 milioni di euro d’investimenti – prosegue -. Ma è solo l’inizio: è già pronto, infatti, un piano ad hoc a favore delle piccole e medie imprese colpite dalla pandemia del Covid-19. Su questo, la giunta sta ancora lavorando e, appena sarà più chiaro l’intervento del Governo, saremo in grado di licenziarlo».

Una prima risposta all’economia colpita da un’emergenza inimmaginabile fino a poco più di due mesi fa. Il pacchetto di misure sarà al centro del consiglio regionale di domani che si terrà nuovamente in videoconferenza e le commissioni consiliari sono ancora al lavoro per apportare delle modifiche.

L’intervento, concepito su due fronti, permetterà di garantire alle imprese liquidità attraverso il credito diretto «pensato fino a 40 mila euro – chiarisce l’assessora -: non si prevede un’istruttoria e la somma viene subito accreditata sul conto corrente» con il pagamento della prima rata dopo 24 mesi. Invece per quanto riguarda il rimborso degli interessi passivi sul finanziamento «è pari all’1% e sarà da parte della Regione» conclude la Bora.