Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

Coppia di Falconara in Madagascar con la figlia malata, istituzioni e politica si mobilitano

Della coppia di coniugi falconaresi si stanno interessando istituzioni e politica. Moglie e marito sono in vacanza in Madagascar con la figlia affetta da gastroenterite

Il sindaco Stefania Signorini

ANCONA – Istituzioni e politica si sono mobilitati per la vicenda della coppia di coniugi falconaresi in viaggio di nozze in Madagascar con la figlia, che stando a quanto riferisce la mamma in un video appello rilanciato sui social network, avrebbe accusato «una gastroenterite e spasmi muscolari» ed «è completamente disidratata». Per aiutare la coppia si è mossa la sindaca di Falconara Stefania Signorini, che appreso della vicenda ha provveduto a contattare il prefetto di Ancona Darco Pellos.

«Il prefetto si è attivato contattando l’Ambasciata» spiega la sindaca Signorini, che fa sapere di aver contattato «il console onorario del Madagascar, Michele Franchi» il quale «ha prospettato due soluzioni» per la coppia, «un volo aereo per portare la bambina in un ospedale a la Reunion o una equipe medica in loco». Sul posto, spiega la sindaca di Falconara, la coppia di coniugi con la bambina, è seguita dal «console Claudio Siragusa». Il rientro della coppia era previsto per mercoledì. 

Alessandro Simonini, primario del reparto di Anestesia e Rianimazione Pediatrica del Salesi

Anche la direzione dell’ospedaletto materno infantile di Ancona (Salesi) sta seguendo la vicenda. «L’Azienda ospedaliera universitaria Ospedali Riuniti di Ancona sta seguendo la vicenda con grande attenzione» spiega il dottor Alessandro Simonini, direttore della Struttura Complessa Anestesia e Rianimazione Pediatrica del Salesi di Ancona. Il primario ha avuto un confronto sul caso specifico con il direttore generale Michele Caporossi, il direttore sanitario Arturo Pasqualucci e il direttore amministrativo Antonello Maraldo.

«Da quanto si evince dal racconto video della mamma, la bambina potrebbe essere fortemente disidratata e questa è una condizione pericolosa, è opportuno provvedere al più presto a stabilizzare il quadro infondendo liquidi e sali minerali. Noi siamo disponibili ad organizzare un team di stabilizzazione sul posto e recupero, ma in questi frangenti è coinvolta l’Ambasciata e ci risulta si stiano muovendo i canali istituzionali».

Paolo Giuliodori, deputato Alternativa

Sul fronte della politica si sta interessando della vicenda anche il parlamentare osimano ex 5 Stelle Paolo Giuliodori, in passato nel gruppo Alternativa. Il deputato fa sapere di aver attivato i canali istituzionali e di essere in contatto con il Ministero degli Esteri.

«Appena saputa la notizia – spiega Giuliodori – mi sono subito mosso per capire come dare una mano alla giovane coppia per risolvere la situazione. Ho scritto direttamente al ministro Di Maio e ho chiamato gli uffici preposti al Ministero. Il dirigente dell’ufficio assistenza connazionali all’estero che mi ha assicurato che hanno già avviato le pratiche per l’assistenza e stanno facendo tutto il possibile per accelerare il rientro in Italia. Il viaggio di ritorno era previsto infatti per mercoledì ma viste le condizioni di salute della bambina la situazione è urgente e dobbiamo farli rientrare subito, magari già tra stasera e domani. Intanto – conclude – sono in contatto con gli uffici del Ministero per monitorare costantemente gli sviluppi. Facciamoli tornare a casa il prima possibile».