Centro Pagina - cronaca e attualità

Ancona

«Controlliamo i rifiuti», in realtà sono falsi ispettori ambientali. Allerta a Falconara

In città è stata segnalata la presenza di due donne che si introducono nelle case con una scusa per poi rubare. «Massima attenzione», riferisce il Comune. «Non fate entrare nessuno e segnalate alle forze dell'ordine»

Truffa rifiuti

FALCONARA – Con la scusa di controllare i rifiuti si introducono in casa. Poi una intrattiene le vittime, l’altra fa il giro delle stanze nel tentativo di rubare. È allarme falsi ispettori ambientali a Falconara, con la segnalazione di una cittadina che ha messo in guardia tutta la città. La donna, infatti, nella serata di ieri ha ricevuto la visita inattesa di due ragazze. Al citofono avevano detto di essere conoscenti, usando nomi familiari alla ignara padrona di casa, quindi si sono spacciate per ‘ispettrici dei rifiuti’. La scusa, invece, quella di controllare il bidone dell’immondizia, per accertarsi che i rifiuti fossero correttamente separati. A quel punto sono entrate in casa e mentre una stava in cucina a verificare (per finta ovviamente) la spazzatura, l’altra ha tentato di introdursi in altre stanze dell’abitazione.

Fortunatamente le due giovani sono state fatte uscire prima di avere accesso ad altre camere e la residente ha subito avvertito i carabinieri e gli uffici comunali, ai quali ha fornito una descrizione delle sospettate: entrambe con i capelli scuri, una alta e snella, l’altra più robusta, con grandi tatuaggi. Non è da escludere che altre persone possano essere già cadute nel raggiro, pertanto il Comune ha lanciato l’avviso a prestare la massima attenzione.

«Il Comune di Falconara invita tutti i cittadini a non fare entrare in casa persone che si fingono ispettori dei rifiuti – scrivono dal Castello in via precauzionale -. Né l’amministrazione comunale, né il gestore del servizio di igiene urbana Marche Multiservizi inviano i propri dipendenti a fare controlli all’interno delle abitazioni. I veri ispettori ambientali controllano la corretta separazione dei rifiuti una volta che la spazzatura è stata gettata nei contenitori stradali. Se dovessero presentarsi persone che chiedono di entrare in casa per il controllo dei rifiuti, la raccomandazione, oltre a non aprire, è di chiamare subito le forze dell’ordine».